Home Dieta e Alimentazione

Barbabietola rossa: un elisir di salute

CONDIVIDI
Barbabietola rossa
fresh organic beetroot (Istock)

Le 4 azioni vincenti della rapa rossa se assunta ogni giorno: scopriamole insieme

La barbabietola rossa è un tubero che in botanica prende il nome di Beta Vulgaris. Si tratta di una pianta erbacea biennale appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee, di cui esistono diverse varietà (da orto, da foraggio, da zucchero). Il fusto può arrivare a 1 o 2 metri di altezza, le radici e foglie sono commestibili; quest’ultime si distinguono per la caratteristica forma di cuore.

Nota già nell’antica Grecia, la barbabietola si coltiva in zone a clima temperato, soprattutto nelle aree del Mediterraneo e dell’Africa settentrionale e necessita di un terreno neutro ma si adatta anche a terra argillosa.

La barbabietola rossa, conosciuta anche come rapa rossa (o “barba rossa”) per il suo colore rosso-violaceo dato dai pigmenti naturali chiamati betalaine, è la specie più consumata e possiede incredibili proprietà nutritive e salutari: scopriamole insieme.

LEGGI anche —– Risotto alla barbabietola (video ricetta)

Caratteristiche e proprietà nutritive della rapa rossa

La rapa rossa può essere consumata cruda, cotta o preparata in decotti ed estratti di succhi.  È ricca di acqua (oltre 90%), di fibre, vitamine (principalmente del gruppo B e C) e sali minerali (tra cui potassio, calcio, ferro e fosforo). La barbabietola rossa agisce come:

  • potente ricostituente naturale contro stanchezza e anemia, riequilibra le carenze di ferro, ed è particolarmente indicata nei periodi di convalescenza dell’organismo, ma anche in periodi di gravidanza, essendo ad alto contenuto di acido folico (vitamina B9);
  • azione antiossidante, aiuta la microcircolazione sanguigna, combatte l’ipertensione, regolarizza la pressione arteriosa e produce un effetto benefico sul sistema cardiocircolatorio ;
  • azione antinfiammatoria, rimedio naturale contro le infiammazioni;
  • azione diuretica, favorisce l’eliminazione delle tossine presenti nelle cellule, accelerando il processo depurativo dell’organismo.

Studi recenti confermano la fortunata applicazione degli agenti nutritivi contenuti nella barbabietola rossa nel ramo dello sport agonistico, (attraverso l’assunzione del succo o dell’estratto di succo della pianta, gli atleti vedrebbero ottimizzate le loro prestazioni muscolari e sportive). È anche bene ricordare che il succo di barbabietola rossa stimola la produzione dei succhi gastrici pertanto, secondo alcuni specialisti, non è particolarmente indicata per chi soffre di gastrite.

LEGGI ANCHE ——- Spinaci: ricchi di vitamine e acido folico