Home Curiosita I segreti delle serie Tv più amate: da Breaking bad al Trono...

I segreti delle serie Tv più amate: da Breaking bad al Trono di Spade

CONDIVIDI
serie tv segreti
i segreti delle serie tv (Istock Photos)

I segreti delle serie televisive più amate e viste dal popolo seriale: da Breaking Bad a Il Trono di Spade, cosa rende indimenticabili queste serie tv?

Da Breaking Bad agli amanti de Il Trono di Spade,  passando per Sex and City, le serie televisive hanno quel qualcosa di magico che tiene incollati allo schermo milioni di telespettatori ogni settimana, anno dopo anno. Ma qual è il segreto di alcune serie tv che appassionano? Di sicuro è la scrittura. Il modo di pensare e ideare i personaggi che compongono le serie televisive più belle. Esiste, di fatto,  un lavoro di scrittura ben preciso. Una sceneggiatura non è un romanzo e scrivere per la televisione non è come scrivere narrativa. Una buona scrittura, il pensare alla creazione e sviluppo successivo di un tale personaggio è costruire un ponte tra realtà e finzione. Un ponte che attraversa, mediante un personaggio seriale, la vita e i pensieri della gente comune. Questa è pura magia, anzi no, è arte allo stato più alto. Il segreto che circonda la serie  tv è proprio questo: la bravura dello sceneggiatore, degli autori. Le serie televisive stanno cambiando il modo di fruire dei mezzi di comunicazione. Questo “miracolo” a puntate sta già rivoluzionando il mondo dei media in tutto il mondo, o quasi. Infatti, e lo dico con una punta di rammarico, l’Italia è una tra i pochissimi Paesi sviluppati, dove tutto questo non accade, o comunque non nella misura che ci si aspetti.

Potrebbe interessarti anche: 5 serie tv che finiranno nel 2019

In tutto il mondo, grandi attori e registi da Oscar, sceneggiatori di talento e fama, passano armi e bagagli dal grande al piccolo schermo. La serialità offre loro un modo diverso per sviluppare le proprie idee, per ampliare i propri orizzonti.

Leggi anche: Gli 8 film che devi vedere quando sei in gravidanza

Si chiama progresso e lungimiranza questo modo di traslare dal grande schermo al piccolo storie di stra-ordinaria quotidianità. E tutto ciò, registi importanti hollywoodiani e non, hanno ben capito il segreto del successo. L’ago dei desideri della gente comune avanza inesorabile verso il cambiamento comunicazionale.

Ma quali sono i segreti di alcune delle serie tv più viste? Scopriamolo con una breve lista dei migliori.

I segreti delle  5 serie tv più amate dal pubblico

segreti serie tv
Segreti delle serie tv più amate (istock Photos)
  • Friend: esordio della serie televisiva più amata dalla fine degli anni ’90 è proprio Friend. Approda al piccolo schermo nel 1996 e rimane in onda, sino al 2006, anno della sua ultima stagione. La serie narra di un gruppo di amici newyorkesi che co-abitano insieme nello stesso palazzo, dividendo pensieri, gioie e la vita quotidiana. Un’orgia di amicizie sincere, appassionate, con fedeltà totali, intervallata da piccoli litigi e riappacificazioni davanti al tacchino del Thanksgiving. Buona, anzi ottima, a tratti melensa ma scritta decisamente bene. Da vedere!
  • Breaking Bad: vittima di un successo senza precedenti, la serie Americana ha vinto un numero stratosferico di premi e l’attore che interpreta Walter, Bryan Cranston, si è guadagnato il pubblico e anche un meritatissimo applauso di Anthony Hopkins. Ma di cosa tratta la serie tv? In poche parole parla di Walther White (il protagonista), un oscuro professore di chimica che per arrotondare lo stipendio lavora nello stesso autolavaggio nel quale i suoi studenti portano a lavare le loro costose auto. Non ha mai fumato, ma gli viene diagnosticato un cancro ai polmoni. Non ha un centesimo, e non avendo più nulla da perdere, decide di mettersi in società con un suo ex alunno tossico e, all’occorrenza, pusher, e comincia a produrre la migliore anfetamina che il New Mexico abbia mai visto. Eccezionale e a tratti psicotico.
  • Sex and the City: serie volutamente a tinte rosa. Record di incassi è diventata un culto anche tra i maschi più chic. La serie racconta la vita di quattro donne, amiche che all’apparenza non hanno nulla in comune, dalla vecchia milf manager con il pallino per il sesso alla scrittrice melanconica che veste abiti , a volte, improponibili, passando per l’avvocato quasi gay fino alla bella addormentata da Tiffany,  vivono tutte avventure sessuali però anche romantiche nella metropoli più cosmopolita del mondo, New York. Lì, tra grandi mostre e famosi musei, tra concerti meravigliosi e posti fantastici, le signorine ricche e di successo passano il tempo a parlare, indovinate un po’?, di maschi. Meravigliosa la citazione dei Simpson con le sorelle di Marge, Patty e Selma sul divano di casa che guardando la serie, esclamano senza vergogna: sembra di vedere le nostre vite! Qui, non c’è dubbio, il segreto è poco celato e del tutto evidente: la semplicità nei dialoghi e l’irriverenza dei personaggi, che sono ormai un cult femminile.
  • Il Trono di Spade: chi non conosce la saga fantasy che, in assoluto nella storia delle serie tv, ha vinto tutti i possibili premi che si possano vincere? Il trono di Spade, arrivata alla sua 7 stagione, e si aspetta l’arrivo dell’ultimo conclusiva ad aprile, è nata nel 2011 ed è ispirata ai libri di George R.R. Martin. La serie tv è entrata di prepotenza nell’immaginario collettivo mondiale, diventando un fenomeno transmediale inarrestabile. Il suo successo è dato da regole ferree e ben precise imposte dal regista. Dal seguire scrupolosamente la divisione delle mappe del regno in modo da rendere il fantasy più realistico possibile – e c’è riuscito – sino ad arrivare all’imprevedibilità che domina per intero tutta la narrazione. Uno stato di ansia che tiene lo spettatore perennemente avvinghiato alla sedia è tra i segreti più evidenti. L’empatia suscitata nei personaggi più deboli e la voglia di riscatto sono altri elementi segreti, che mescolati tra loro, hanno portato la Serie a divenire un successo senza precedenti. Test Game of Thrones: scegli un personaggio maschile, ti dirò chi sei
  • My name is early: la serie, andata in onda dal 2005 sino al 2009, è diventata una serie cult imperdibile. Creata da Greg Garcia, la serie mette in mostra tutte le difficoltà di narrare in prima persona: dal rischio di cadere nella trappola dell’ego, sino ad arrivare alla necessità di creare personaggi dai tratti estremamente marcati. My name is Earl è un caso esemplare in cui i due elementi vengono trattati con perfezione maniacale. Il segreto, qui, è proprio questo.

 

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI