Peso, altezza e bugie: che cos’è la sindrome di Obelix?

Sindrome di Obelix: che cos’è, come funziona, cosa c’entra con il peso questo disturbo curioso dal nome buffo

Vi è mai capitato di sentirvi fare delle domande sul vostro peso e ritrovarvi vostro malgrado a mentire spudoratamente nelle risposte?
La tendenza a dichiarare un peso inferiore a quello reale è un vero e proprio disturbo che nei paesi francofoni ha un nome ben preciso: stiamo parlando della Sindrome di Obelix.

Una vera e propria forma di indulgenza verso se stessi, ai limiti della distorsione della realtà che prende il nome da un simpatico personaggio dei fumetti: Obelix, il compagno di avventure di Asterix, che nonostante fosse chiaramente obeso rispondeva a chi gli faceva notare il suo sovrappeso “Grasso io? No. Sono solo un po’ cresciutello”.

Potrebbe interessarti anche >>> Che cos’è lo sbadiglio e a che cosa serve sbadigliare?

Se vuoi essere sempre aggiornata su tutte le curiosità e le notizie più strane dal mondo >>> CLICCA QUI

Sindrome di Obelix: chi mente di più?

La Sindrome di Obelix, ossia la tendenza a mentire riguardo al proprio peso, è stata studiata attentamente in Francia dall’INVS Institute de Veille Sanitarie, equivalente del nostro Istituto Superiore di Sanità.

I ricercatori hanno intervistato un campione composto da oltre 600 cittadini francesi (per la precisione, 629) e la maggioranza ha dichiarato un peso e un’altezza differenti da quella reale.

Quasi tutti gli interpellati, infatti, hanno detto di essere più magri e più alti di quanto siano in realtà: nello specifico, la media dichiarata dai francesi del campione di ricerca è stata di circa 1,05 chili in meno rispetto al reale peso corporeo e di circa 0,79 centimetri di altezza in più.

E quali sono le fasce di età più propense a barare sulla propria condizione fisica? I risultati della ricerca sono piuttosto sorprendenti in merito: la Sindrome di Obelix sarebbe più diffusa tra i 55 e i 74 anni, mentre chi ha un’età compresa tra i 35 e i 54 anni tende ad essere più sincero.

E non è finita qui: i medici che si sono occupati di effettuare questo studio scientifico hanno riscontrato che le persone tendono a mentire anche di più se non sanno che poi saranno pesate! Lo scarto tra il peso dichiarato e quello effettivo, infatti, tendeva a diminuire quando gli intervistati venivano avvisati che sarebbero stati pesati al termine del questionario.

Ma il nome di Obelix non è legato soltanto a una poco lusinghiera sindrome che affligge chi tende a non essere sincero: proprio dal personaggio dei fumetti prende il nome un progetto internazionale sulle cause dell’obesità, disturbo che non andrebbe mai preso alla leggera e cui dovremmo fare attenzione già nell’infanzia, proprio come per i problemi di glicemia alta nei più piccoli.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI