Coppia: cinque cose di cui parlare prima di sposarsi

relazione a distanza
relazione a distanza Fonte: Istock

Ecco quali sono i punti che è indispensabile discutere prima di sposarsi.

cinque cose da dirsi prima del matrimonio
Fonte: Istock

Quando si sta insieme da molto e si è certi dei propri sentimenti, uno dei passi più naturali da compiere è quello della vita a due. Ciò può avvenire tramite un periodo di convivenza o direttamente con il matrimonio. Qualunque sia la scelta e, soprattutto, nel secondo caso, è bene però ricordare che per stare insieme e sperare in un rapporto duraturo non basta semplicemente amarsi. Ci vogliono rispetto, fiducia, voglia di costruire qualcosa insieme, progetti in comune e soprattutto un punto di vista che sia comune o modulabile in base alle esigenze degli altri. Una volta sposati, infatti, saranno tante le decisioni da prendere, alcune semplicemente legate al quotidiano altre più importanti e relative al modo di condurre la vita a due e quella di eventuali figli. Scelte che spesso e volentieri si considerano come scontate ma che una volta discusse possono creare tensioni e problemi a volte inimmaginabili. Al fine di non avere brutte sorprese, quindi, se non lo si è già fatto è sempre meglio provare a mettere sul tavolo alcune questioni che è bene chiarire insieme in modo da trovare un punto d’incontro che vada bene ad entrambi e che garantisca una futura armonia di coppia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Coppia: come vivere in sincronia

Le cose di cui è necessario parlare prima di sposarsi

guardarsi negli occhi è difficile, ecco perché
Fonte: Istock

I genitori. Iniziamo da uno degli argomenti più scottanti. Finché si sta insieme vivendo ognuno a casa propria, infatti, gestire le famiglie può risultare facile. Le cose, però, possono cambiare una volta sposati o trasferiti in una casa per la sola coppia. Decidere da subito come gestire genitori e parenti è un buon modo per organizzarsi prima che loro si mettano in mezzo. Per pace di entrambi è giusto concordare un’equa divisione dei periodi di festa a meno che non si decida di invitare tutti a casa propria per occasioni da vivere tutti insieme. Vanno anche organizzati eventuali week end, sere in famiglia e gestione personale degli spazi. Insomma, parlarne aiuterà a capire cosa ci si aspetta dall’altro e che ruolo si vuol dare alla famiglia d’origine all’interno della nuova vita a due.

I figli. Che si sia già scelto di averne o meno, sarebbe bene iniziare a decidere da subito come trattare l’argomento. Questo può ovviamente variare in base alle situazioni. In generale va considerata la religione (nel caso si abbiano credo diversi), il tipo di istruzione che si intende dare loro e come gestire un’eventuale educazione. Ovviamente si tratta di un parlare per ipotesi visto che è impossibile prevedere come andranno le cose. Farlo, però, aiuterà a comprendersi meglio e a cogliere eventuali problemi che, qualora si presentassero, sarà meglio affrontare insieme ed il prima possibile.

Il denaro. Un tasto dolente per la coppia è spesso quello del denaro. Per questo motivo è meglio affrontarlo subito in modo da stabilire delle regole di base alle quali attenersi. Prima di tutto va deciso se creare un conto in comune o se mantenere quelli separati. Nel secondo caso è giusto stabilire come dividere le utenze e le varie spese e se e quanto destinare a fondo comune per la coppia. Fondo che servirà per le spese di casa, per quelle di eventuali animali domestici, viaggi e, perché no, anche i figli di chi si sarà già parlato.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la coppia e le strategie per far si che il rapporto a due sia sereno CLICCA QUI!

Gestione della casa. Nella vita a due, una buona percentuale di tempo è occupata dalla gestione della casa. Per questo motivo è bene parlare subito dell’eventuale divisione dei ruoli scegliendo magari tra quelli che si preferisce o nei quali si eccelle. Ci può essere, ad esempio, quello che torna prima dal lavoro e che è bravo dietro ai fornelli o che la sera preferisce lavare i piatti e pulire la cucina. L’importante è che i ruoli siano ben divisi in modo da non creare tensioni per problemi piccoli ma che dopo una giornata pesante possono sembrare molto più grandi di quanto non sono.

Il tempo libero. Se entrambi si è impegnati con il lavoro, è giusto organizzare il tempo da passare insieme e quello da dedicare a se stessi. Il tutto può essere gestito in modo più o meno elastico, in base agli impegni di entrambi. Ciò che conta è stabilire come gestire gli amici, eventuali conoscenze che si frequentano separatamente, etc… In questo modo non ci saranno sorprese o musi lunghi da parte del partner che si sente abbandonato. Una buona opzione nel caso si desideri una sera da passare con gli amici, è quella di far coincidere le giornate in modo da avere qualcosa di divertente da raccontarsi quando si torna a casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Coppia: cosa fare se lui non vuole figli

Ovviamente le cose di cui parlare sono molte altre e non si fermano certo qui. Mettere in chiaro queste, però, può davvero fare la differenza, semplificando il rapporto a due ed evitando l’insorgere di tensioni o problemi che spesso si possono scongiurare semplicemente parlandone.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI