Combattere il colesterolo (e non solo!) con la mela annurca

Se vuoi sapere come combattere il colesterolo con rimedi naturali, prova la mela annurca: tutte le proprietà e i benefici di questa varietà di mela

mela annurca per il colesterolo

Un antico proverbio recita “Una mela al giorno toglie il medico di torno”: mai come nel caso della mela annurca, la saggezza popolare trova riconoscimento anche nella ricerca scientifica. Secondo recenti studi effettuati dall’Università di Napoli Federico II, la mela annurca avrebbe grandi benefici sulla salute e in particolare sulla riduzione dei livelli di colesterolo.

La mela annurca è un frutto di origini campane con moltissime proprietà naturali: lo studio scientifico effettuato dai medici napoletani ha infatti dimostrato che si tratta della varietà di mela più efficace per combattere il colesterolo, da un confronto con mele tipiche del Trentino come Granny Smith, Fuji, Golden Delicious e Red Delicious.

Non solo ricette gustose e torte della nonna, quindi: con la mela possiamo garantirci uno stato di salute migliore. Vediamo quindi quali sono le proprietà della mela annurca e perché fa così bene per combattere il colesterolo.

Vuoi essere sempre aggiornata su tutte le novità e i consigli utili riguardo i rimedi naturali per combattere il colesterolo? >>> CLICCA QUI

Mela annurca, perché è così efficace per la salute?

Sembra che questo frutto campano si più efficace di altre mele perchè contiene più antiossidanti naturali e procianidine: le procianidine, in particolare, hanno un effetto benefico sul fegato e fanno abbassare il colesterolo cattivo (LDL), aumentando invece il livello del colesterolo buono (HDL).

Secondo gli scienziati, consumare due mele annurche al giorno contribuisce a combattere il colesterolo facendolo tornare ai suoi livelli ottimali.
Ma le proprietà benefiche della mela annurca non si fermano qui.

La mela annurca è utile anche per la ricrescita e il rinfoltimento dei capelli: il consumo di questo frutto garantisce una chioma più forte e i capelli crescono molto più velocemente.

Per non parlare degli effetti che si sono riscontrati su pazienti affetti di tumore che stanno affrontando la chemioterapia: pare che anche in questi casi consumare la mela annurca nei 15 giorni precedenti e poi per tutta la durata del trattamento riesca a contrastare la perdita dei capelli tipica di chi affronta questo tipo di cura, con ottime ripercussioni anche dal punto di vista psicologico.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti