Gli ospiti se ne sono andati, ecco cosa fanno gli hotel con il sapone usato

Sapone fai-da-te naturale
Sapone fai-da-te (Istock photo)

Questi saponi in miniatura rimasti sui lavandini degli hotel dopo che gli ospiti se ne sono andati, non vengono più gettati nella spazzatura dopo che è stata scoperta questa loro grande utilità.

Saponi in miniatura, gli utilizzi alternativi

Cosa fare con un pò di sapone rimasto sul lavandino in una stanza d’albergo? Molte persone lo lasciano lì alla fine del loro soggiorno. È la stessa cosa accade in tutto il mondo. Immaginate lo spreco? Per fortuna questi saponi non sembrano più essere tanto inutili e non finiscono più nella spazzatura.

Per i gestori di hotel, questi saponi sono dei piccoli omaggi fatti ai clienti da portare con sé anche dopo l’uso. Putroppo spesso questo non succede e il sapone che in albergo non ha più utilità veniva spesso destinato alla pattumiera, ma ora non più. Quest’ultimo, rimane un detergente che elimina i batteri e la sua utilità nel mondo è indiscutibile!

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Ecco cosa succede a questo sapone dopo che i clienti se ne sono andati

Dopo il check out, le cameriere dovevano pulire le camere iniziando dal bagno dove raccoglievano il sapone usato e lo gettavano nella spazzatura. La loro routine è stata assidua fino al giorno in cui Shawn Seipler, fondatore della ONG Clean the World, affascinato dal numero impressionante di tutto il sapone lasciato nei diversi passaggi negli hotel ha pensato a questa soluzione geniale.

Sopraffatto da tanti rifiuti, Clean the world entra in gioco e apporta un cambiamento che contribuisce all’ecologia e alla salvaguardia della natura!

I saponi vengono raccolti, sterilizzati e ridistribuiti in diverse case e questo approccio innovativo migliora l’igiene di chi non può permetterselo. Questa azione caritatevole salva milioni di vite in tutto il mondo, specialmente nei paesi in via di sviluppo, perché semplicemente lavarsi le mani evita la diffusione di molti virus e malattie infettive che possono essere mortali.

Consapevolezza globale e rimedi ecologici

Dopo questa iniziativa lodevole, considerando il fatto che oltre 949 milioni di saponette vengono gettate via ogni anno, molti clienti e fornitori, in una spinta umanitaria, hanno iniziato a dare il loro sostegno al progetto e promuovendo meno sprechi. Un primo passo è stato quello di mettere nelle camere degli hotel  dei dispenser di sapone che si possono riempire di volta in volta.

Oggi, centinaia di alberghi in Europa hanno ottenuto un’etichetta ecologica che richiede di sottostare a 67 criteri per la gestione generale dell’acqua, dell’energia e dei rifiuti.

Partnership umanitarie per il sapone, perchè?

“Il sapone è un prodotto straordinario, è come un autovaccino che previene molte malattie. Dorothée Schiesser, fondatrice di SapoCycle, una fondazione senza scopo di lucro, si occupa di riciclare saponi duri per rifornire gli hotel, da 10 tonnellate di saponi usati in Svizzera, ha ridistribuito 7 tonnellate di nuovi saponi!

Per scopi umanitari, SapoCycle ha stretto una partnership con centinaia di hotel in Svizzera e 70 hotel in Francia dalla fine del 2017. La fondazione recupera solo saponi duri. Dopo un’attenta selezione, i saponi vengono sterilizzati, grattuggiati, frantumati e quindi ricondizionati con macchine di seconda mano per essere infine inviati in Camerun e nell’Europa dell’Est attraverso la Croce Rossa Svizzera. Questo sapone viene offerto alle persone in situazioni precarie e migliora l’igiene collettiva.

Come dice Karim Khan: “Lo sviluppo sostenibile è una lotta eccitante. Ma non dobbiamo aspettare gli altri. Dobbiamo iniziare da soli. ”

Ti potrebbe interessare anche—->>>Perché dovresti mettere una saponetta nel letto ogni sera

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI