Home Attualità Giornata mondiale del gatto: perchè si celebra oggi?

Giornata mondiale del gatto: perchè si celebra oggi?

CONDIVIDI

La Giornata mondiale del Gatto si festeggia il 17 Febbraio: perché si celebra proprio oggi questa ricorrenza? Chi l’ha inventata?

Partecipante di un Pet Show (Fonte: Getty Images)

I gatti sono tra gli animali domestici più amati, nonostante il loro naturale comportamento schivo e non addomesticabile. Grazie, però, al loro affetto e bisogno di coccole i felini negli ultimi anni si sono appropriati anche dei social media come Instagram e Facebook, dove i loro video li hanno incoronati re del web. Le foto dei cuccioli sono di una tenerezza irresistibile, e i video dei loro curiosi comportamenti riescono a portare un sorriso sul viso di tutti gli utenti del web. Le Festa Nazionale del Gatto è nata nel 1990 e si celebra ogni 17 Febbraio. In varie città d’Italia la giornata si festeggia con iniziative artistiche e di solidarietà ai gatti. Ma chi ha inventato questa ricorrenza, e perchè?

E’ stata la giornalista Claudia Angeletti a desiderare per prima di avere una giornata dell’anno appositamente dedicata al festeggiamento dei gatti: per decidere quale fosse la data più appropriata la gattofila propose un sondaggio ai lettori della sua rivista “Tuttogatto”; vinse la proposta della signora Oriella Del Col. Oriella decretò il 17 Febbraio il giorno perfetto per celebrare i gatti, fornendo tre motivazioni indiscutibili:

Partecipanti di un Pet Show (Fonte: Getty Images)
  1. Febbraio è il mese dedicato al segno zodiacale dell’Acquario, che caratterizza i nati in questo mese da uno spirito libero ed anticonformista, proprio come quello dei gatti che, si sa, non obbediscono a nessuna regola.
  2. Tra i detti popolari italiani Febbraio viene spesso definito il mese dei gatti e delle streghe, collegando (non per la prima volta) felini e magia.
  3. Il numero 17 nella tradizione italiana è sempre stato ritenuto un numero portatore di sfortuna, la stessa fama in tempi passati è stata riservata anche ai gatti neri. La triste fama del numero 17 è determinata dall’anagramma del numero romano XVII che si trasforma nel latino “VIXI”: “sono vissuto” e di conseguenza “sono morto”. La leggenda detta che i gatti abbiano a disposizione 7 vite: il 17 simboleggia quindi “1 vita per 7 volte”.

Leggi anche –> Psiche: quando il benessere arriva dai gatti: la gattoterapia!

Non tutti i paesi, però, festeggiano questa tenera ricorrenza lo stesso giorno. Solo la Polonia festeggia il 17 Febbraio insieme all’Italia, mentre il Giappone ha dedicato ai gatti la giornata del 22 Febbraio. Gli Stati Uniti d’America e la Russia festeggiano rispettivamente il 29 Ottobre e il 1 Marzo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI