Home Attualità

Aids: al via la sperimentazione del vaccino italiano, ecco come funziona

CONDIVIDI

aids vaccino

Addio alla cure farmacoogiche per i malati di aids? Il vaccino sperimentale italiano potrebbe cambiare tutto. Ecco come funzionerebbe.

La sperimentazione del vaccino italiano Tat che agisce sulla proteina Tat, quella che permette la replicazione e la diffusione del virus, potrebbe cambiate la vita delle persone malate di Aids messo a punto dall’equipe medica guidata da Barbara Ensoli.

Il vaccino potrebbe permettere l’abbandono delle cure farmacologiche, ma il condizionale è d’obbligo perchè il vaccino è ancora in fase sperimentale. Si tratta di un vaccino terapeutico in grado di stimolare il sistema immunitario del paziente infetto, ma non di prevenire l’infezione. Ad oggi, l’unico modo per evitare il contagio è avere sempre rapporti sessuali protetti usando il preservativo.

«Si tratta di risultati – afferma la dottoressa Ensoli – che aprono nuove prospettive per una cura “funzionale” dell’Hiv, ossia una terapia in grado di controllare il virus anche dopo la sospensione dei farmaci antiretrovirali. In tal modo, si profilano opportunità preziose per la gestione clinica a lungo termine delle persone con Hiv, riducendo la tossicità associata ai farmaci, migliorando l’aderenza alla terapia e la qualità di vita, problemi di grande rilevanza soprattutto in bambini e adolescenti, con l’obiettivo, in prospettiva, di giungere all’eradicazione del virus».