Home Donne

Mia Martini: tutto quello che c’è da sapere sulla compianta cantante

CONDIVIDI

Chi era Mia Martini? Come è morta? La storia di Mia Martini, la sua carriera, i suoi amori e la sua famiglia

La storia della musica italiana passa sicuramente dalla splendida voce di Mia Martini: una delle cantanti che, nonostante siano passati ben 24 anni dalla sua morte, resta ancora oggi una delle cantanti più amate di sempre.

Nata in Calabria, si è trasferita poi a Milano dove ha vissuto gran parte della sua vita. Nonostante una voce e un talento unici, Mia Martini ha sempre vissuto con una nota di profonda malinconia che è stata aggravata dalle dicerie circolate negli anni sul suo conto.

Dopo tanti anni di assenza dai palcoscenici, era tornata alla ribalta con il grande successo “Almeno tu nell’universo”: purtroppo fu ritrovata morta poco tempo dopo a soli 47 anni.

Mia Martini: chi era, famiglia e inizi carriera

mia martini biografia e carriera

Domenica Rita Adriana Bertè, da tutti chiamata Mimì, nasce il 20 settembre 1948 a Bagnara Calabra, in provincia di Reggio Calabria. Seconda di quattro sorelle, è anche la sorella maggiore della famosa Loredana Bertè.

Mimì mostra fin da piccola uno spiccato interesse per la musica: a 5 anni inizia a studiare pianoforte e a 13 anni è già sul palco di alcune feste di paese e piccoli concorsi.
Nel 1962 approda a Milano, dove conosce il discografico Carlo Alberto Rossi che la lancia come ragazza yè-yè in tv con il nome Mimì Bertè.

Dopo un anno pubblica il suo primo 45 giri ma non riesce a sfodare. Nel 1968 si trasferisce a Roma con la madre e le sorelle: lì conosce Renato Fiacchini, futuro Renato Zero e insieme alla sorella Loredana cerca di guadagnarsi da vivere tra mille difficoltà.

Mia Martini, la prigione e la rinascita, le voci su di lei

vita e carriera di mia martini

Arrestata nel 1969 per possesso di hashish, Mia Martini verrà reclusa in carcere per 4 mesi e mentre è in prigione tenta il suicidio.

Nel 1971, ormai fuori di prigione, Mimì prosegue la sua carriera musicale con un’esibizione allo storico locale Piper: qui conoscerà Alberigo Crocetta, talent scout e proprietario del locale, che si offre di diventare il suo produttore.

Grazie ai suoi consigli, la giovane Mimì si trasforma in Mia Martini e pubblica il brano “Padre davvero”, canzone autobiografica che parla di una giovane donna che si ribella al padre violento.

Se vuoi essere aggiornata sulle biografie dei tuoi personaggi preferiti >>> CLICCA QUI

Nel 1971, con l’uscita dell’album “Oltre la collina”, Mia Martini vive una terribile esperienza: due dei suoi musicisti muoiono in un incidente stradale. Da quel momento in poi, iniziano a girare voci sul fatto che la cantante portasse sfortuna: queste dicerie segneranno profondamente Mia Martini e rallenteranno la sua carriera.

Dal 1972 incide alcuni grandi successi tra cui “Piccolo Uomo” e “Minuetto”, scritto per lei da Franco Califano.
Il grande successo viene però rovinato da una causa con la Ricordi, per cui Mia Martini viene accusata di aver sciolto in anticipo il contratto e subisce il sequestro dei beni e dei guadagni.

Mia Martini e il grande amore per Ivano Fossati

Con il passaggio alla Rca Mia Martini ritrova il successo e trova l’amore con il collega Ivano Fossati. Lui era molto geloso e lei fu costretta a passare alla Warner.

Nel 1981 si opera alle corde vocali e per riprendere a cantare ci vorrà un anno: sarà nel 1982 che parteciperà a Sanremo per la prima volta, vincendo il Premio della critica.

Mia Martini, il ritiro dalle scene e il ritorno

Le voci sul suo conto che la dipingono come portatrice di sfortuna non si placano e Mia Martini inizia a subire l’annullamento di molti impegni lavorativi, oltre alle offese di alcuni colleghi.

Per questo motivo, nel 1983 si ritira dalle scene e deve affrontare una forte depressione: sarà il suo amico Renato Zero a intercedere per farla tornare sul palco del Festival di Sanremo nel 1989, dove vince ancora una volta il Premio della critica per il brano “Almeno tu nell’universo”.

Mia Martini, il rapporto con Loredana Bertè e la morte

loredana bertè età carriera

Negli ultimi anni Mia Martini e sua sorella Loredana Bertè riallacciano i rapporti e tornano insieme a Sanremo con la canzone “Stiamo come stiamo”.

Nel 1995, dopo una tournée con numerosi problemi fisici causati da un fibroma all’utero, Mia Martini viene trovata morta nel suo appartamento. Era il 14 maggio del 1995, la cantante aveva solo 47 anni e la morte sarebbe avvenuta per arresto cardiaco causato dall’abuso di cocaina.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore