Home Maternità

Gravidanza, nona settimana d’attesa: sintomi e crescita

CONDIVIDI
Nona settimana di gravidanza
Nona settimana di gravidanza, sintomi (Istock Photos)

Gravidanza, nona settimana d’attesa: quali sono i sintomi più comuni e come cresce il bambino

Siete giunte alla nona settimana d’attesa. Ben 63 giorni sono trascorsi e la gravidanza è ormai arrivata alla fine del secondo mese. Il terzo mese è appena iniziato e vi sentite emozionate poiché, fra non molto, concluderete il primo trimestre di gravidanza. Il primo gradino, il più “strano” per alcune di voi, è quasi terminato. Ancora un altro po’ di pazienza e quei fastidiosi sintomi legati a questo primo periodo saranno solo un lontano ricordo. Ma vendiamo nel dettaglio quali sono, in questa nona settimana d’attesa, i fastidi più comuni tra voi future mammine.

Ti potrebbe interessare anche: Raffreddore in gravidanza: i rimedi naturali che funzionano davvero

Gli 8 sintomi più comuni alla nona settimana di gravidanza

nona settimana di gravidanza
Nona settimana di gravidanza, i sintomi (Istok Photos)

La gravidanza è ormai ben avviata e i sintomi, per la maggior parte delle donne in attesa, sono costanti e spesso comuni da donna a donna. Solo una minoranza – le poche fortunate – non lamentano di questi disturbi legati alla maternità, specie in questo primo trimestre, che vede sorgere, per l’elevato picco di ormoni beta Hcg presenti nel corpo, i fastidi più sgradevoli. Vediamo di seguito quali sono tali sintomi e come poterli tenere sotto controllo.

Leggi anche: Gravidanza: Capogiri e svenimenti cause e rimedi

  • Nausea: la nausea è uno dei primi sintomi che una donna in dolce attesa lamenta. Queste nausee che, l’80% delle donne in gravidanza accusa, sono maggiormente sentite durante le prime ore del mattino, ma non sempre è così. C’è chi ne soffre anche durante l’intera giornata. La nausea, dovete sapere, è uno dei sintomi rivelatrici di una buona gravidanza. Magra consolazione? Forse sì, ma i rimedi per tenerla a bada esistono. Appena sveglia, per esempio, mangia un biscotto secco o un grissino. Va bene qualunque alimento purchè sia secco. Bevi molta acqua e fai pasti piccoli e continui. Prendi l’abitudine di uscire da casa sempre con uno snack in borsa.
  • Vene delle mani e dei piedi in evidenza: si potrebbe, in questa nona settimana di gravidanza, notare come le vene delle mani e dei piedi siano in evidenza. Ciò è dipeso dal livello del sangue che, in gravidanza, è raddoppiato, provocandoti appunto un piccolo rialzo delle vene nei piedi e nella mani. Nulla di strano, prova a massaggiare delicatamente mani e piedi e cosa importante riposa a lungo.
  • Candida: alla nona settimana potrebbe insorgere il fastidio di un’infezione all’apparato urinario come la candida. Non preoccuparti, perché questo sintomo è molto comune nelle donne in dolce attesa. Il rimedio, oltre che farti visitare dal tuo ginecologo di fiducia, è fare dei lavaggi nella giornata con un’infusione a base di camomilla, timo e finocchio. Ripetere questa operazione per più volte al giorno, allevierebbe il fastidio.
  • Ritenzione idrica: a causa dell’aumento di peso, anche se ancora poco, potresti risentire di una lieve ritenzione idrica sugli arti inferiori. Questo è dovuto al volume del sangue che è aumentato nel corpo. Il rimedio in questo caso è bere almeno 2 lt di acqua al giorno e cercare, se il tuo stato di salute lo permette e, sempre sotto consiglio del tuo ginecologo, di fare delle passeggiate. Questo aiuterebbe la circolazione del sangue e contrasterebbe la ritenzione idrica.
  • Sbalzi d’umore: I continui sbalzi d’umore ormai fanno parte delle tue giornate. In un secondo puoi cambiare il tuo stato d’animo, passando dalla felicità più estrema al pianto più travolgente senza alcun motivo apparente. Normale, in gravidanza i continui sbalzi d’umore sono dovuti agli ormoni, progesterone in particolare, che raggiunge livelli elevati nel terzo trimestre. Il consiglio in questo caso è parlarne con il tuo partner, e farti coccolare ogni volta che può. Ne sarà lieto.
  • Bruciore allo stomaco: la maggior parte delle donne in attesa soffre di bruciori allo stomaco. Sintomo, questo, che non sempre svanisce con l’avanzare della gravidanza come succede invece per la nausea. Questo è dipeso dai vostri organi interni che fanno spazio al vostro bebè, ritraendosi indietro. Il rimedio in tal caso è prediligere cibi poco acidi, ed evitare cibi altamente acidi come pomodori, the, e agrumi (specie in serata) che procurano reflusso gastrico.
  • Congestione nasale: sintomo, questo, non sempre riscontrato da molte donne ma, possibile in questa nona settimana. Prova ad utilizzare in casa un vaporizzatore o un umidificatore, ti aiuterà a migliorare la tua condizione e a liberare il naso dal fastidio di sentirlo costantemente chiuso.
  • Eccessiva salivazione: in questo periodo potresti anche risentire di un’eccessiva salivazione.

Come cresce il feto nella nona settimana di gravidanza

Nella nona settimana di gravidanza, il feto ha una dimensione di 2 cm e pesa 1 grammo. Presenta la fronte molto grande, così come la testa. Gli occhi sono ancora chiusi e ricoperti dalle palpebre, si apriranno solo dopo alla 26° settimana. Le gambe e le braccia continuano gradualmente ad allungarsi e, probabilmente, inizierai a sentire qualche lieve “sfarfallio” al basso ventre. È il tuo piccolo bebè che si muove. I fori delle narici si aprono lentamente.

Ti potrebbe interessare anche: I più bei nomi biblici maschili e femminili da dare ai figli

In questa nona settimana il sesso del piccolo feto è determinato così come il tratto urinario e i genitali. In questa settimana iniziano a formarsi anche i lobi auricolari, così come il cervello e il midollo spinale. È in questa nona settimana che il tuo bebè, attraverso la placenta ormai sviluppata, inizierà a usufruire delle sostanze nutritive necessarie al suo sviluppo. In merito a questo punto, ricorda quindi di adottare una sana ed equilibrata alimentazione. Necessaria per un ottimale sviluppo psicofisico del bebè. Prendersi cura di se stesse è il primo passo d’amore verso il vostro piccolo bimbo.