Home Curiosita

Le 5 cose che non fai più da quando esiste Internet

CONDIVIDI
Le 5 cose che non fai più da quando c'è Interent
Le 5 cose che non fai più da quando esiste Internet (Istock Photos)

Le 5 cose che non fai più da quando esiste Internet: vita nuova vs vita vecchia

Da quando esiste Internet e, negli ultimi decenni, quando Internet si è impossessato delle nostre vite, ci sono alcune cose nella vita di tutti i giorni che non si fanno più. Presi come siamo dalla frenesia di una vita con troppi impegni, troviamo sempre più spesso il modo di accelerare il tempo per paura di non riuscire a portare a termine il carico eccessivo, a volte, che la quotidianità ci riserva per arrivare in “tempo” a fine giornata. Non pensiamo più alle vecchie e sane abitudini, ci affidiamo sempre con maggiore impegno e assoluta certezza alla tecnologia, ad Internet, diventato Sacro Graal della vita odierna. Ma se ci fermassimo un attimo a ricordare, ci accorgeremmo che molte delle cose che si facevano prima dell’avvento di Internet, ora sono sparite o assimilate in altri modi di fare. Vediamo di seguito le 5 cose che non si fanno più da quando esiste Internet. Curiosità: 10 oggetti che vedi tutti i giorni ma non sai a cosa servono

Le 5 cose che non fai più da quando esiste Internet

Le 5 cose che non fai più da quando esiste Internet
Le 5 cose che non fai più da quando esiste Internet (Istock Photos)

Le 5 cose che non si fanno più da quando, nelle nostre vite, è entrato Internet spaziano da semplici abitudini come lo sviluppo dei rullini delle macchine fotografiche al consultare vecchie enciclopedie. Nello specifico la lista delle 5  cose che Internet ha messo in pensione.

Leggi anche:FUTURO: ecco i dieci oggetti che spariranno

  • L’elenco del telefono: con l’avvento di Internet, ormai il classico elenco telefonico non serve più. Oramai non si trovano più gli elenchi del telefono o le pagine gialle sullo zerbino di casa. Quasi più nessuno consulta gli elenchi telefonici da quando in casa abbiamo Internet. Face book è diventato per la maggior parte delle persone in tutto il mondo, il primo elenco telefonico per chi vuol rintracciare una persona.
  • Lo sviluppo dei rullini delle macchine fotografiche: aspettare pazientemente, magari anche settimane, lo sviluppo di una foto è una cosa, oggi, impensabile. Eppure sino a pochi anni fa, prima del boom degli smartphone, questa pratica era l’unica se si voleva tenere un ricordo con se. Persino la Kodak nel 2012 dichiarò il proprio fallimento a causa dell’avanzare dei nuovi cellulari con fotocamera integrata. Per la massa ormai è un’abitudine consolidata, quella di fotografare con lo smartphone qualsiasi cosa. Le classiche macchine fotografiche rimangono nel cuore degli appassionati di foto che sanno bene la differenza tra scattare una foto con il cellulare e con una macchina professionale. Ma questo è un altro discorso.
  • Noleggio di film: sino a poco tempo fa i negozi di videonoleggio erano pieni di gente. Basti pensare al boom che fece Blockbuster negli anni 2000. Ma con l’arrivo di Internet, ora tutti possono scaricare un film comodamente sul proprio PC senza muovere un dito, anzi solo quello. Con lo streaming è diventato facilissimo vedere qualsiasi film come e quando si vuole e oggi giorno per le strade non si vedono più i classici negozi di videonoleggio. Chiusi anch’essi per fallimento.
  • Scrivere lettere: con Internet e, in questo caso, con l’avvento di Whatsapp, scrivere anche solo dei semplici bigliettini alla compagna di banco o al fidanzato del momento, non si usa più. Triste storia di una fine romantica. Prima delle nuove tecnologie scrivere era il modo più “tecnologico” e l’unico in realtà, per poter comunicare con un’altra persona. Ora, con i nuovi mezzi a disposizione, la pratica dello scrivere un biglietto e, figuriamoci una lettera! È diventata cosa passata e ciò è un peccato, poiché tutti scrivono ciò che pensano, il problema è che in pochi sanno farlo bene.
  • Trovare lavoro sui giornali: sino a poco tempo fa per trovare lavoro, o anche casa, si andava dal giornalaio a comprare il giornale degli annunci di lavoro o degli affitti di case. Ora, con internet basta cliccare su uno dei mille siti di job recruiting nati appositamente per trovare lavoro. Siti come Linkedin o Monster hanno preso sempre più piede, affermandosi tra i primi “uffici di collocamento” virtuali più affidabili.

La moltitudine di cose che prima di Internet si faceva ed ora non si fa più, è talmente vasta che non basterebbe un intero giorno ad elencarle tutte. Ciò che Internet ancora non riesce a fare – e spero mai lo faccia – è far dimenticare cosa si prova quando si abbraccia una persona realmente o, semplicemente quando le si stringe la mano.