Home Salute e Benessere

Unghia incarnita, ecco il modo migliore di curarla in 6 mosse

CONDIVIDI

Che si tratti di mani o piedi, un’unghia incarnita è spesso dolorosa. Ci vuole tempo e pazienza per guarirla naturalmente. Ecco un metodo per farlo in modo efficace.

Cos’è un’unghia incarnita?

Quando gli angoli superiori dell’unghia penetrano nella pelle circostante, può apparire un’unghia incarnita. Questa può causare arrossamenti e infiammazioni il più delle volte dolorose. Un’unghia incarnita può essere responsabile di un’infezione che deve essere trattata da un medico. Non c’è una causa vera e propria che determina la sua formazione, solitamente l’unghia incarnita si forma quando viene tagliata troppo corta o si usano scarpe troppo piccole che quindi comprimono le dita dei piedi. A volte l’unghia incarnita può causare un paronichia, cioè la presenza di pus nella pelle. Trattare questa infezione il più rapidamente possibile è fondamentale soprattutto quando si tratta dell’ alluce in quanto può causare un’infezione del piede o delle ossa.

Attenzione, le persone con diabete devono consultare immediatamente un medico.

Unghia incarnita, ecco il modo migliore di curarla

A volte un’unghia incarnita può portare a complicazioni che richiedono un intervento chirurgico. Prima di arrivare a ciò, ci sono procedure efficaci che potresti provare a fare a casa per rimuovere l’unghia incarnita e tornare a camminare senza soffrire. Ecco i passi da seguire per un trattamento risolutivo.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Salute & Benessere  CLICCA QUI

Fase 1: immergi l’unghia incarnita in acqua calda. Tienila in ammollo per 25-30 minuti. Questo passaggio è importante perché aiuta ad ammorbidire l’unghia. Puoi pulire mani o piedi aggiungendo nell’acqua un sapone antibatterico.

Fase 2: Dotarsi di tutte le attrezzature per manicure / pedicure. Hai bisogno di un tagliaunghie, cotone, un paio di forbici e pinzette. Questi strumenti saranno utilizzati per pulire l’unghia che potrebbe essere interessata dall’infezione.

Fase 3: Dopo il pediluvio, asciuga l’unghia con un asciugamano pulito e tagliala in modo dritto, assicurandoti che gli angoli siano un pò più lunghi. Tagliare le unghie in forma arrotondata aumenta il rischio di avere un’unghia incarnita.

Fase 4: utilizzare una pinza sterile per sollevare l’unghia e posizionare delicatamente un piccolo batuffolo di cotone o un pezzo di garza tra l’unghia e la pelle. Questo passaggio richiede pazienza e delicatezza. Questa azione aiuta a prevenire infezioni e irritazioni. Ora puoi mettere una garza intorno all’unghia.

Se l’unghia interessata è quella del piede, questo passaggio è molto utile perché consente di isolare l’unghia incarnita delle altre dita dei piedi, che saranno portate a sudare durante il giorno.

Fase 5: la punta deve respirare. È importante non indossare scarpe o calze una volta a casa.

Fase 6: Segui regolarmente l’evoluzione dell’unghia incarnita e cambia il cotone almeno una volta al giorno. Se segui regolarmente questa procedura, il problema dovrebbe scomparire dopo due settimane, il tempo di crescita di una nuova unghia.

Suggerimento: puoi mettere il succo di limone nell’acqua in cui immergi il dito o l’unghia che soffre di un’unghia incarnita. Ecco perchè dovresti fare i pediluvi con acqua e limone

Attenzione:

In caso di infezione del dito del piede, è imperativo consultare un medico che prescriverà un trattamento appropriato.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Ecco cosa rivelano le tue unghie sulla tua personalità

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore