Home Dieta e Alimentazione

Dieta del reset metabolico: perdi 1 kg a settimana e bruci calorie

CONDIVIDI

Con la dieta del reset metabolico è possibile perdere fino a 1 chilo alla settimana ed eliminare le calorie in eccesso

Chi ha pochi chili da buttare giù e vuole farlo gradualmente la dieta del reset metabolico è la strada giusta. Noto anche come “Reserve Diet”, questo programma alimentare si pone come target principale quello di bruciare calorie attraverso il consumo dei cibi giusti, mentre il principio cardine attorno a cui ruota è quello del metabolismo basale, ovvero del dispendio di energia utilizzata dall’essere umano a riposo per svolgere attività come il respiro.

Da cosa dipende – Il metabolismo basale varia a seconda dell’attività fisica compiuta, della massa muscolare e del peso. A volte può risultare lento anche se si mangia poco, motivo per cui dobbiamo risvegliarlo per riuscire a dimagrire come vorremmo.
Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Cosa fare per riaccende il metabolismo basale – Occorre seguire uno schema alimentare preciso calcolando i macronutrienti utili all’organismo sulla base del peso di partenza, dell’alimentazione e dello stile di vita, che potrebbe necessitare di una modifica.

Prima di intraprendere questo sistema, il consiglio è comunque sempre quello di rivolgersi ad un esperto e al proprio medico di riferimento.

Come funziona la dieta del reset metabolico?

Getty Images

Si tratta di un regime al contrario, in quanto il suo obiettivo di aumentare progressivamente le calorie. L’aumento non dipende da una regola fissa, ma dalle condizioni del singolo individuo. Se ad esempio si assumono quotidianamente 1200 kcal, nella prima settimana di dieta ne andranno inserita circa 50 in più e quindi 75.

Come calcolare la quantità di carboidrati, proteine e grassi e carboidrati – Le proteine e i grassi si ottengono moltiplicando i grammi minimi raccomandati dai nutrizionisti, ossia 0,8 gr, per i kg di peso. Per i carboidrati invece sarà necessario sommare le calorie ottenute dalle proteine e dai grassi, sottraendo il totale calorico quotidiano.

Nel periodo in cui si segue la dieta è importante pesarsi spesso per capire la reazione del proprio corpo. Una volta giunti ad una situazione di stallo, quindi senza aumenti o diminuzioni del peso, vorrà dire che avete individuato la quota massima di calorie necessarie per mantenervi in forma.

Svantaggi – La necessità di pianificare ogni settimana i pasti con il giusto quantitativo  di calorie e macronutrienti.

Ti potrebbe interessare anche—->>> La dieta di febbraio: come tornare in forma e bruciare calorie

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore