Home Maternità Gravidanza: perché si regala il ciondolo chiama angeli

Gravidanza: perché si regala il ciondolo chiama angeli

CONDIVIDI

Il ciondolo chiama angeli, uno dei primi regali che si fa ad una donna che ha appena scoperto di essere in dolce attesa. Ecco a cosa serve e perché si dona. 

Ciondolo chiama angeli, perché si regala ad una donna incinta

Ormai è sempre più raro vedere una mamma in attesa che non indossi il ciondolo chiama angeli. Una sfera preziosa che al suo interno nasconde un sonaglietto che accompagna la giornata di mamma e bambino con la sua melodia. Una collana che nasconde un significato e che viene regalata per un motivo ben preciso, come protezione del bimbo durante la gestazione.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Prima settimana gravidanza: sintomi più comuni, cambiamenti e news

Questa collana, che in origini si chiama ‘bola messicana‘ o anche ‘sfera dell’armonia‘ è un accessorio che ormai sembra diventato un ‘must have’ della gravidanza e in commercio ne esistono in diversi modelle, fogge e materiali. Secondo la tradizione la collana veniva indossata dalle donne balinesi, mentre altre tradizione vogliono l’origine in Sud America precisamente in Messico dove le donne lo indossavano durante e dopo la gravidanza in segno di protezione del bimbo.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulla categoria maternità, clicca qui!

A cosa serve il ciondolo chiama angeli

Fonte foto: www.facebook.com/ciondolochiamaangeli/photos/

La collana chiama angeli, viene donata ad una donna in dolce attesa come segno di protezione per lei e per il nascituro. Un ciondolo sferico attaccato ad una collana molto lunga, permette al sonaglio di raggiungere l’ombelico e muovendosi, produce un dolce e delicato suono che può essere udito dal feto a partire dalla  30 esima settimana circa, quando può iniziare a sentire i suoni provenienti dall’esterno.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Maschio o femmina? Le leggende per scoprire il sesso del nascituro

La tradizione narra che questo suono richiami a protezione del bimbo gli angeli e per questo viene donato come segno di buon auspicio e di fortuna alle donne incinte. Inoltre questa melodia ha la prerogativa di rilassare il nascituro e anche la mamma e dopo la nascita la collana potrà essere indossata per calmare il bimbo durante momenti unici come l’allattamento al seno o il momento in cui si culla. La collana chiama angeli inoltre può essere donata ad una donna anche come simbolo di protezione e di augurio per l’arrivo di una gravidanza tanto attesa.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Gravidanza: bere tè o caffè può essere rischioso per il bambino

Raffreddore in gravidanza: i rimedi naturali che funzionano davvero

Consigli per una gravidanza serena: un video con i no e i sì

Gravidanza, cosa succede nella seconda settimana