Home Maternità

3 cose da fare per ridurre il rischio di infertilità

CONDIVIDI

Se state cercando di diventare genitori, è bene considerare come ridurre il rischio di infertilità maschile, attraverso trattamenti naturali e alcuni cambiamenti nelle vostre abitudini.

infertilitàInfertilità maschile: cause e rimedi naturali

Quando si decide di avere figli, non sono solo le donne che dovrebbero essere in buona salute e in condizioni ottimali, anche l’uomo deve godere di buona salute affinchè la fecondazione abbia maggiori probabilità di avere successo. Quindi, signori, ecco alcuni consigli naturali che vi aiuteranno a realizzare il vostro sogno di genitorialità.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Fertilità & Maternità CLICCA QUI

Ci sono alcune cause mediche che mettono a repentaglio le possibilità di procreazione come:

Oligospermia: questa è un’anomalia nella quantità di spermatozoi, essendo quest’ultimi poco elevati. Ci sono tre gradi di gravità di oligospermia, oligospermia leggera (5-14.000.000 sperma), oligospermia moderata (1 a 5 milioni di spermatozoi) e grave oligospermia (meno di 1 milione di spermatozoi). La quantità normale di spermatozoi nello sperma è di 15 milioni, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). Ecco come aumentare naturalmente la quantità di spermatozoi.

Asthenospermia: questa anomalia è caratterizzata da un disturbo della motilità degli spermatozoi, che colpisce la fertilità. Può essere associato all’oligospermia.

Varicocele: può riguardare gli uomini di qualsiasi età, il varicocele consiste nel fatto che le vene dello scroto si allargano. Questa condizione riduce il numero di spermatozoi e causa l’infertilità.

Inoltre, la sterilità maschile può essere causata da disturbi ormonali, alcuni farmaci, anomalie fisiche (atrofia testicolare), malattie renali e del fegato, disturbi dell’eiaculazione (eiaculazione retrograda) o traumi a livello dei testicoli.

Oltre a queste cause mediche, lo stile di vita e la dieta influenzano le possibilità di procreazione. L’elevato consumo di alcol, tabacco e droghe e le cattive abitudini alimentari hanno un impatto significativo sulla fertilità, riducendo non solo la quantità di sperma ma anche la sua qualità. Pertanto, alcune misure possono ridurre il rischio di infertilità.

Ecco 3 modi per ridurre il rischio di infertilità:

1- Buona dieta

Oltre ad avere una dieta equilibrata, priva di prodotti nocivi e di grassi in eccesso, zuccheri e sale, scegli gli alimenti che migliorano la fertilità:

La vitamina A partecipa alla composizione e alla protezione delle cellule del sistema riproduttivo contro l’invecchiamento precoce. Si trova in carote, arance e verdure a foglia verde.
La vitamina C promuove la riduzione dei radicali liberi e le loro conseguenze sugli spermatozoi (anomalie …). Questa vitamina è presente nel ribes nero, peperoni crudi, arance, frutti rossi e spinaci.
La vitamina E migliora la motilità degli spermatozoi grazie alla sua azione antiossidante. Combatte anche lo stress ossidativo che colpisce la qualità dello sperma. Si trova in mandorle, noci e olio d’oliva.
Lo zinco aumenta i livelli di testosterone e svolge un ruolo positivo nella mobilità degli spermatozoi. Gli alimenti che contengono zinco sono ostriche, uova, anacardi e polvere di cacao.

2- Corretto stile di vita

Per ridurre il rischio di infertilità, dovresti cambiare il tuo stile di vita e seguire alcuni consigli come:

  • Ridurre il tuo livello di stress
  • Praticare un’attività fisica
  • Preservare un peso sano
  • Smettere di fumare
  • Bere a sufficienza

Queste sono misure standard per una buona salute generale ma anche per lo uno sperma di qualità. La produzione di sperma, in termini di quantità e qualità è migliore se ci si prende cura del proprio corpo evitando tutte le cattive abitudini che influenzano il DNA dello sperma e causare infertilità ma anche anomalie nel bambino.

3- Fare sesso regolare

Secondo uno studio acclamato dalla Società europea di riproduzione umana ed embriologia (ESHRE) e condotto da ricercatori australiani, tra cui il dottor David Greening, un ostetrico-ginecologo specializzato in riproduzione, il sesso tutti i giorni con l’eiaculazione influenza positivamente la qualità dello sperma. Infatti, secondo i ricercatori e grazie ai 118 uomini che hanno partecipato allo studio, è stato riscontrato che sebbene la quantità di sperma diminuisca, la sua qualità migliora. Questo fenomeno è spiegato dal fatto che gli spermatozoi sono meno esposti allo stress ossidativo che danneggia il loro DNA perché rimangono meno nei testicoli.

Ti potrebbe interessare anche—->>>10 motivi sorprendenti che impediscono a una donna di rimanere incinta

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI