Maschio o femmina? Le leggende per scoprire il sesso del nascituro

0
10

Sarà maschio o femmina? Secondo la tradizione popolare ci sarebbero alcuni indizi che rivelerebbero ai futuri genitori il sesso del bambino prima della scienza.

Sarà maschio o femmina? Le leggende popolari che lo rivelano

Quando una donna scopre di essere incinta, nella maggior parte dei casi vive uno dei momenti più belli della sua vita. Alla vista delle due lineette rosa il suo mondo si trasforma in un secondo e tutto diventa diverso, una vita sta per arrivare a sconvolgere la sua e del suo papà ma in un modo davvero meraviglioso. Immediatamente il cuore vola verso il futuro, i mesi di gravidanza e soprattutto comincia a chiedersi se sarà un maschietto o una femminuccia. 

Le prime settimane infatti, si ha più che altro a che fare con analisi del sangue, le famigerate ‘Beta’ che debbono salire con un certo ritmo, le ecografie ed i primi sintomi e malesseri. Mentre di sesso del nascituro si parlerà solo qualche mese più tardi. Nonostante ciò, ci si ritrova improvvisamente attorniati da nonne e zie che, secondo loro, avrebbero la certezza assoluta sul sesso del nascituro attraverso alcuni inequivocabili indizi che la leggenda popolare elegge da sempre ad oracoli infallibili.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Gravidanza, cosa succede nella seconda settimana

Se vuoi restare sempre aggiornato sulla categoria maternità clicca qui!

Maschio o femmina? Le leggende popolari sul sesso del nascituro

Sarà maschio o femmina? Le leggende metropolitane sul sesso del nasciuturo

Non c’ è nulla da fare, quando la pancia comincia a crescere, la curiosità avanza con essa e ogni giorno, soprattutto prese dalla smania del ‘baby shopping’ compulsivo ci chiediamo se sia maschio o femmina. A meno che non si facciano indagini particolari sul sangue, amniocentesi o che sin dai primi mesi in ecografia sia evidente la presenza di un puntino tra le gambe del bimbo, bisognerà aspettare almeno di essere a cavallo tra il quarto e il quinto mese o l’ecografia morfologica che viene prescritta di solito tra la 20 esima e la 22 esima settimana.

Ma, nel frattempo tante le ipotesi tengono banco, soprattutto appellandosi alle varie leggende popolari che narrano saper azzeccare il sesso del nascituro prima delle scienza. Ecco quelle a cui la tradizione ha affidato per secoli la scoperta di un bimbo o una bimba in arrivo!

Sarà maschio se: 

  • Alle prime settimane non si hanno avuto nausee
  • La pancia cresce creando una punta in avanti
  • Il seno non è turgido e gonfio
  • Si ha voglia di cibo salato
  • La pelle delle mani risulta piuttosto secca
  •  Si è molto sensibili agli odori
  • Se si ha molto mal di testa
  • Se ruotando la fede nuziale appesa ad una catenina sulla pancia, oscilla creando dei cerchi.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Gravidanza: bere tè o caffè può essere rischioso per il bambino

Sarà una bambina se:

  • Alle prime settimane si è sofferto di nausee
  • La pancia cresce sui fianchi e più tondeggiante
  • Il seno sinistro è più grande del destro
  • Il seno risulta gonfio e turgido
  • Si ha voglia di dolci
  • Compaiono subito le macchie sul viso
  • Se ruotando la fede nuziale appesa ad una catenina sulla pancia, oscilla da un lato all’altro.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Raffreddore in gravidanza: i rimedi naturali che funzionano davvero

Consigli per una gravidanza serena: un video con i no e i sì

Test di gravidanza, come funziona? Istruzioni per eseguirlo correttamente

Cosa si può mangiare in gravidanza? Cibi si e cibi no