Prima settimana gravidanza: sintomi più comuni, cambiamenti e news

SINTOMI PRIMA SETTIMANA GRAVIDANZAGravidanza: la prima settimana è iniziata? Scopriamo insieme quali sono i primi sintomi più comuni

La fantasia vola al pensiero di una gravidanza. Iniziate a pensare a come sarà e quali saranno i primi sintomi per riconoscere il dolce stato d’attesa. Forse la prima settimana è iniziata ma ancora voi non lo sapete per certo e come fare per esserne sicure? I sintomi sono molteplici e, spesso, simili da donna a donna anche se ogni donna ha un suo personale cammino.

Leggi anche: Gravidanza: stai assumendo abbastanza acqua?

La prima cosa da fare se il vostro ciclo mestruale ritarda è un test di gravidanza. È il modo più semplice e più veloce per scoprire se siete in attesa oppure no. il test è utile poiché misura l’ormone Beta HCG – l’ormone secreto dalle cellule della placenta che sono presenti solo nella donna feconda. Il test di gravidanza urinaria ha un’attendibilità del 99% , per esserne sicure al 100% è consigliabile eseguire anche un test sanguigno poiché rileva in pieno l’ormone Beta HCG con un risultato positivo o negativo. Il semplice test urinario è consigliabile farlo al mattino con la prima urina in modo da evidenziare il livello massimo di Beta HCG presenti nelle urine. Se il test di gravidanza risulta positivo allora potete iniziare ad organizzare la vostra nuova futura vita che è appena iniziata.

I sintomi legati alla prima settimana di gravidanza

sintomi prima settimana gravidanzaVediamo, di seguito, i 7 sintomi più comuni legati alla prima settimana d’attesa, ricordando che è sempre consigliabile farsi visitare ed eventualmente accompagnare per tutti i nove mesi, da un ginecologo fidato che vi seguirà nel modo più corretto.

Leggi anche — > ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA: i cibi da evitare

  • Gonfiore del seno: uno dei primi comuni sintomi legati all’inizio di una maternità è il gonfiore ai seni. I seni risultano un po’ più tesi, i capezzoli inturgiditi e la variazione di colore delle areole leggermente più scuro.
  • Perdite ematiche o bianche: queste perdite ematiche, dette perdite da impianto, possono essere visibili solo dopo il 7° giorno dall’avvenuto concepimento, e sono causate proprio dall’embrione che, attaccandosi all’utero, porta il rilascio di piccole perdite.
  • Percezione dell’olfatto alterata: se prima eravate amanti del caffè ed ora, non sapete il motivo, appena odorate un chicco di caffè vi viene il voltastomaco è perché in voi la percezione dell’odore su alcuni cibi, ma non solo i cibi, sta mutando.  La maggior parte delle donne in dolce attesa, specie nelle prime settimane, ha un cambiamento nei gusti. Tutto normale, con l’avanzare della gravidanza si attenuerà il fastidio.
  • Stanchezza e sonnolenza: uno dei principali sintomi che colpisce quasi la totalità delle donne in attesa nelle prime settimane è la sensazione costante di stanchezza e sonnolenza. Questa stanchezza è dovuta ai livelli ormonali in crescita. Infatti tale stato è riscontrato nel primo trimestre, quando ancora le Beta HCG sono elevate. Con il progredire dei mesi la sensazione di stanchezza passerà del tutto.
  • Mal di testa: questo è tra i sintomi meno associati alla gravidanza poiché capita spesso di accusare mal di testa nel corso della vita senza essere causa di una possibile gravidanza in corso. In questo caso parliamo di mal di testa come sintomo di gravidanza nelle prime settimane per quelle donne che accusano un mal di testa diverso dal solito, più severo e costante. Questo improvviso mal di testa è dovuto all’innalzamento degli ormoni nelle prime settimane di gravidanza ma è comunque consigliabile consultare un medico per una diagnosi accertata ed eventualmente i farmaci da adottare.
  • Nausee gravidiche e problemi digestivi: non tutte le donne in stato interessante sono “affette” dalle classiche nausee mattutine. Ma per chi ne soffre, specie per le giovani mamme alla prima gravidanza – più soggette alla nausee – è consigliabile, per attenuare il fastidio, masticare lo zenzero, anche in comode caramelle reperibili in farmacia. Le proprietà di questa radice sono ottimali per lo stomaco e per il senso di nausea dovuta agli sbalzi ormonali. Ricordati di portare con te sempre qualcosa di solido in borsa, come un pacchetto di taralli o un biscotto, insomma qualcosa di secco per attenuare il senso di nausea. Non associare mai, se possibile, cibi liquidi con solidi ed evita di mangiare speziato!
  • Eccessiva fame: i crampi allo stomaco per la fame non sempre sono il campanello d’allarme per una ipotetica gravidanza ma, nel caso riscontriate degli insoliti attacchi di fame in orari strani o, subito dopo aver pranzato o cenato, vi viene voglia di ritornare a mangiare di tutto, forse sì, può essere un sintomo legato ai primi giorni di gravidanza. Il consiglio è di prediligere frutta e verdura fresca per non arrivare al nono mese con quei chili in più rispetto al dovuto.