Home Attualità

“Ho visto la morte e l’ho vista da vicino” il racconto da brividi di Amadeus

CONDIVIDI

Amadeus  e la nefrite che lo colpì quando era piccolo

Dopo il grande successo da parte di Amadeus a L’Anno che Verrà, il tradizionale show su Rai 1 che lo ha visto protagonista nel capodanno di Rai Uno, il grande presentatore, è ancora una volta uno dei volti più amati del mondo della tv nazionale.

Non sempre la sua vita però è filata liscia come l’olio. Anzi. E la cosa è confermata in una lunga intervista rilasciata al settimanale “Oggi”. Da piccolo, il bambino Amedeo, fu colpito da nefrite, una grave infiammazione renale che peggiorò in maniera rapida,  portandolo in capo a due mesi tra la vita e la morte.

Lui si riprese benissimo e  dopo 60 giorni ad alta tensione  presso l’ospedale di Bussolengo, mamma  e papà si rivolsero per una grazia a Santa Rita da Cascia. Rapidamente , racconta Amadeus, riuscì a sconfiggere la malattia. Qui si spiega, il suo nome completo: Amedeo Umberto Rita Sebastiani, in onore della Santa.

Vuoi essere sempre informata su notizie, gossip, curiosità e tanto altro ancora? Allora >>> CLICCA QUI!

Potrebbe interessarti anche >>> Quante tazze di caffè si possono bere ogni giorno? La parola agli esperti

Sempre Amadeus si è raccontato alla trasmissione  I Lunatici in onda su Rai Radio 2 e ha fatto sapere:

“Mettiamoci pure contro Maria De Filippi – ha esclamato -. Spero che le persone che si sintonizzeranno su Rai 1 possano passare una bella serata, al di là degli ascolti”

E poi i momenti di alti e bassi nel suo lavoro

Per due o tre anni sono precipitato. Lì ti accorgi come magari sei mesi prima ti proponevano per fare prime serate e sei addirittura in lizza per poter fare Sanremo e sei mesi dopo non ti chiama più nessuno nemmeno per fare la sagra della salsiccia. Ho sbagliato ma grazie a Dio, alla fortuna, al pubblico e ai programmi giusti, ho avuto modo di rimediare”.

giovanna civitillo e amadeus

Come non parlare della sua relazione con la bellissima Giovanna Civitillo dal 2003 e dalla quale ha avuto il figlio José Alberto.

“Era bella, alta, le altre dicevano che era un piacere conoscermi, lei invece un po’ se la tirava. Era molto rigida, ma simpatica. Non mi ha filato di pezza per molti mesi, ma a forza di bigliettini, fiorellini e caffè ci ritroviamo adesso insieme da tanti anni e abbiamo anche un figlio

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI