Home Benessere Dieta e Alimentazione Come dimagrire velocemente con la dieta di Dio

Come dimagrire velocemente con la dieta di Dio

 

La dieta di Dio si ispira alla Bibbia e richiede di evitare per 21 giorni qualsiasi genere di alimento trasformato. In sintesi è un regime vegetariano piuttosto severo, ma per chi non ha voglia di soffrire troppo ne esiste una versione più soft.

Come noto chi vuole apparire bello deve accettare di fare un po’ di sacrificio, ed è esattamente ciò che richiede questo programma dietetico dal nome altisonante e a tratti inquietante.

Cosa fare dunque? Innanzitutto bandire alcol e caffeina per quanto concerne le bevande. Per il resto invece niente carne, pesce, latticini, zuccheri, cibi industriali, pane e alimenti lievitati.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Ok invece legumi, frutta, verdura e acqua da bere. I pasti devono essere il più possibile leggeri. Chi si sentisse di digiunare lo può fare.

Che cos’è la dieta di Dio

Getty Images

Si tratta di una dieta vegetariana severa che tuttavia prevede una versione meno rigida ideata dal predicatore californiano Rick Warren, autore del libro Vita guidata da uno scopo”, che negli Stati Uniti ha venduto ben 30 milioni di copie.

Come funziona la versione “light” – Dura 40 giorni come il diluvio universale, ma come detto è meno rigorosa. Il 70% degli alimenti da consumare è come ovvio a base di frutta e verdura, ma il 30% deve essere formato da cereali integrali e proteine magre.

Da tenere a distanza anche in questo caso i cibi industriali, gli zuccheri, la caffeina e l’alcol.

I benefici – Essenzialmente la disintossicazione profonda dell’organismo in particolare del fegato, quindi l’eliminazione delle tossine. L’assenza di farinacei lievitati e raffinati contribuisce altresì a sgonfiare la pancia e di conseguenza a migliorare l’estetica.

Attenzione agli effetti negativi – Privando il corpo di alcuni alimenti importanti è fondamentale seguirla solamente dopo aver consultato il proprio medico a causa dell’assenza di ferro e calcio. Cosa fare quindi? Non aver paura di mangiare i legumi e condirli con il limone o associarli a cibi ricchi di vitamina C. Bene anche i cereali.

Trattandosi di una dieta sbilanciata è sconsigliata alle donne in gravidanza e in allattamento, alle persone anziane e a bambini e ragazzi in fase di crescita.

Chi può adottarla – Persone adulte, sane e senza problemi di assorbimento delle sostanze nutritive.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Come smettere di essere mangiatori compulsivi

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI