Home Dieta e Alimentazione

Intolleranza al lattosio: 10 cibi a cui dire sì, 10 cibi a cui dire no

CONDIVIDI

Che cosa può mangiare una persona intollerante al lattosio? Quali cibi invece vanno assolutamente evitati? Scopriamolo insieme.

“Condizione caratterizzata da disturbi gastrointestinali che insorgono dopo l’ingestione di alimenti contenenti questo zucchero, generata dalla mancata produzione da parte delle cellule intestinali del duodeno dell’enzima lattasi deputato alla scissione del lattosio in glucosio e galattosio che sotto questa forma possono essere assorbiti.”

Così l’enciclopedia libera on line Wikipedia definisce l’intolleranza al lattosio, uno di quei disturbi che potremmo definire come “piaghe del XXI secolo”. Si tratta in pratica di una serie assai fastidiosa (se non dolorosa) di mal di pancia, coliche renali, vomito, nausea, diarrea, gonfiore, ma anche mal di testa, cistite ed eruzioni cutanee che seguono nei soggetti afflitti l’assunzione del nemico lattosio.

I sintomi possono comparire in età assai precoce ma manifestarsi anche quando si è oramai adulti e avanzare gradualmente, cosa che spesso rende assai complessa la diagnosi.

Una volta compreso però di essere intolleranti al lattosio come procedere? E, soprattutto, quali alimenti dobbiamo imparare a escludere dalla nostra dieta e quali invece possiamo continuare a gustare in tutta tranquillità? Proviamo insieme a fare chiarezza qui su CheDonna.it.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Come riconoscere l’intolleranza al lattosio

Se vuoi scoprire tanti altri suggerimenti su come affrontare le intolleranze alimentari e, in generale, i problemi di dieta CLICCA QUI!

Intolleranza al lattosio: cibi sì e cibi no

intolleranza al lattosio
Foto da iStock

Per chi scarpe di soffrire un’intolleranza al lattosio il primo ostacolo è individuare gli alimenti in cui la “sostanza nemica” si annida. Se infatti le tazze di cappuccino del mattino e la mozzarella appaiono come evidenti insidie diverso è per altri alimenti come il prosciutto cotto o i risotti in busta.

Oggi proviamo allora a fare due elenchi, uno per i 10 cibi che dobbiamo assolutamente evitare e un altro per quelli che invece, incredibile ma vero, possiamo continuare a concederci. Qualche sorpresa potrebbe attenderci.

Intolleranza al lattosio: 10 cibi che si possono mangiare

Prosciutto crudo – L’unico insaccato, assieme alla bresaola (sia di manzo che di cavallo) che non viene trattato con lattosio.

Latte di mandorla, riso o soia – E’ vero, non hanno certo il sapore del latte classico, ma possono essere gradevoli alternative. A ognuno il compito di scovare quello maggiormente di proprio gusto.

Formaggi stagionati – La stagionatura fa scomparire o quasi il lattosio a patto però che sia dai 30 mesi in su.

Pane – Solitamente non contiene né latte né burro e quindi è liberamente accessibile a chi soffre di intolleranza al lattosio. Occhio però alle varianti più particolari come quelli alle noci, alla zucca o alle olive.

Cioccolato fondente – A patto che sia puro e non inserito in dolciumi vari è un peccato di gola più che affidabile.

Gelato alla frutta – Sono gelati a base acqua e quindi consentititi proprio a tutti.

Alcol – Se escludiamo i liquori e le creme a base alcolica abbiamo via libera per brindare.

Cibo cinese – Per gli amici del lontano oriente latte e formaggio sono perfetti sconosciuti.

Yogurt – Si tratta di un cibo solitamente ben tollerato dagli intolleranti al lattosio, fatta ovviamente eccezione per quelli più ricchi con aggiunta di panna.

Ketchup e maionese – Sono salse che solitamente si preparano senza necessità di aggiunte di latte e affini quindi nessun problema.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Italiani e allergie al cibo, spesso è solo suggestione

Intolleranza al lattosio: 10 cibi proibiti

Prosciutto cotto – E’ l’insaccato che contiene più lattosio in assoluto. La sostanza viene utilizzata come conservante poiché non ne altera il gusto e ne esalta il colore.

Latte di capra o pecca – Il latte sarebbe il no per eccellenza ma questi in particolare sono da tenere quanto più lontani possibili

Formaggi stagionati – La regola p presto detta: più un formaggio è fresco più lattosio contiene. Addio dunque a mozzarella, ricotta, stracchino e a tutti i latticini a pasta morbida.

Cornetti e brioches – La quantità di burro qui contenuta è tale da renderli acerrimi nemici degli intolleranti al lattosio.

Dolci – Quelli ella pasticceria sono decisamente banditi poiché la loro lista degli ingredienti annovera burro, latte e chi più ne ha più ne metta. L’unica opzione sarà dunque trasformarsi in cuoche provette e preparare da sole i propri dessert, selezionando ingredienti a prova di lattosio.

Gelato gusto creme – Assolutamente vietato poiché quasi sempre a base latte

Fast food – Brutte notizie per gli amanti di McDonald’s & Co. poiché sia il pane che gli hamburger dei mitici panini sono spesso arricchiti con il latte.

Brodo granulare – Mentre il brodo fatto in casa e quello in formato dado sono approvati quelli granulari sono da bandire.

Tortellini – Questi e i ravioli contengono sempre formaggio, latte in polvere o lattosio.

Purè di patate in busta – Decisamente meglio evitare poiché non solo necessita di latte nella preparazione ma spesso contiene già al suo interno latte in polvere e lattosio. Anche qui meglio affidarsi alla preparazione casalinga.

Fonte: huffingtonpost.it

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI