Home Curiosita

La lettera dell’alfabeto che tutti sanno leggere ma nessuno sa scrivere

CONDIVIDI

Esiste una lettera dell’alfabeto che può esser scritta in due modi diversi. Sappiamo leggerla in entrambe le versioni ma scriverla solo in una.

Sapete scrivere le lettere dell’alfabeto? Una domanda dalla risposta scontata, starete pensando, eppure pare che le cose non stiano proprio così.

Un recente studio ha evidenziato come esista una lettera che tutti sappiamo leggere ma che quasi nessuno sa scrivere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Dodici cose che non sai sul Giappone e i giapponesi

Non ci credete? Continuate a leggere per scoprire di che lettera stiamo parlando e die tale ostacolo potrebbe porre sul nostro cammino si scrittura.

Se vuoi scoprire tante altre curiosità sulla lingua italiana e non solo CLICCA QUI!

La lettera dell’alfabeto che nessuno sa scrivere

lettere alfabeto
Foto da iStock

“Siamo portati a pensare che se guardiamo qualcosa abbastanza a lungo, soprattutto nel caso in cui dobbiamo prestare attenzione alla sua forma, come durante la lettura, allora sapremo che aspetto ha ma i nostri risultati suggeriscono che non è sempre questo il caso”

Così lo scienziato cognitivo Michael McCloskey, autore dello studio per la John’s Hopkins University.

La ricerca ha evidenziato come ci sia una discrepanza notevole tra ciò che riusciamo correttamente a interpretare e ciò che poi riusciamo a riprodurre.

Procediamo però per gradi. non tutti sanno che la lettera minuscola “g” esiste in due diverse versioni scritte:  “opentail”, usato da molti quando si scrive a mano, e “looptail”, il più comune, poiché usato nei font più noti, come Times New Roman e Calibri. Proprio quest’ultima versione però viene dai più letta senza difficoltà ma, al contrario, riprodotta in modoquasi sempre errato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Sapevi che i cereali Kellogg’s nacquero per combattere la masturbazione?

Nell’esperimento è stato chiesto a 25 persone di individuare la versione giusta della “g” in carattere “looptail” in un elenco di quattro versioni di cui 3 errate. Solo in 7 sono riusciti a individuare l’esemplare di “g” correttamente redatta. In una seconda fase è stato chiesto a 16 nuovi partecipanti di leggere in silenzio un paragrafo pieno di “g looptail”, pronunciando ogni parola con una “g” ad alta voce. Al termine, è stato chiesto loro di scrivere la “g” che avevano appena visto per 14 volte. La metà di loro ha scritto l’opentail, il tipo sbagliato; l’altra metà tentato di azzardare una versione di looptail ma senza successo.

“Quando abbiamo detto loro: ‘Esistono due versioni diverse di ‘g’. Sei in grado di scriverle?’ Ci hanno fissato increduli”.

La morale è dunque presto detta: “Non tutti sanno come appare questa lettera – come ha spiegato la dottoressa Gali Ellenblum – anche se possono leggerla”.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI