Home Bellezza Pelle Occhiaie: significato, come eliminarle e le cause più comuni

Occhiaie: significato, come eliminarle e le cause più comuni

CONDIVIDI

Le occhiaie sono una vera e propria tortura per molte donne, un fardello da cui è difficile liberarsi ma, naturalmente, non impossibile. Oggi ne scopriremo le cause, le particolarità e, ovviamente, i rimedi più veloci e efficaci.

Solitamente le si associa a periodi di particolare stress, di stanchezza, di dieta sregolata o scarso sonno ma per molte donne le occhiaie sono delle vere e proprie compagnie di vita, inseparabili amiche che ogni giorno segnano il nostro volto e finiscono per apparire come un tratto distintivo indesiderato.

Combatterle a volte può apparire come un gioco a perdere, una mission impossibile rispetto alla quale nessuna arma risulta veramente vincente. Ma le cose stano veramente così?

Forse occorrerebbe chiederci se realmente conosciamo a fondo il problema, se abbiamo consapevolezza circa la nostra particolare situazione (non tutte le occhiaie sono uguali) e se conosciamo i supporti più adeguati per far sì che la soluzione sia quella definitiva e vincente.

Le occhiaie, oltre alle nostri migliori nemiche, sono anche una materia di studio che abbiamo approfondito a dovere? Qualora qualche informazione mancasse all’appello è giunto il momento di acquisirla a dovere.

Ecco il vademecum di CheDonna.it sulle occhiaie: tutto quello che c’è da sapere sulle cause, i rimedi e i segreti dei cerchi che rendono i nostri occhi un po’ più stanchi del dovuto.

Se desideri avere tanti altri suggerimenti per la cura della tua bellezza CLICCA QUI

Occhiaie significato

occhiaie significato
Foto da iStock

Occhiaie è il nome che comunemente viene dato alla zona sottostante l’occhio quando assume un colorito più scuro, tendente al bluastro.

A questa situazione base si possono poi aggiungere diverse particolarità come secchezza, gonfiore, un surplus di nero o un antiestetico effetto scavato che invecchia il nostro sguardo.

Solitamente ne sono interessati entrambi gli occhi e le cause possono essere le più disparate, così come l’aspetto della problematica: violacee, nel caso di occhiaie dovute alla stanchezza, con capillari a vista se la pelle ha un minor apporto lipidico e così via.

Per ognuno ovviamente c’è un diverso tipo di approccio risolutivo e una probabilità più o meno elevata di successo.

Occhiaie nere

occhiaie nere
Foto da iStock

Stress particolarmente intenso, disidratazione, scarso riposo, alterazioni della pigmentazione cutanea, cattiva alimentazione, fragilità capillaredermatite sono solo alcune delle possibili cause delle occhiaie nere, quelle che segnano l visto di molte di noi facendoci apparire subito più stanche e decisamente in là con l’età.

Nonostante le si definisca come “nere”, queste occhiaie possono essere bluastre, violacee o addirittura marroni, sfumature che corrispondono a diverse genesi del problema e, dunque, a diverse cause. Il marrone ad esempio ci parla di un’alterazione della normale pigmentazione causata dalla produzione di una maggior quantità di melanina nello strato basale dell’epidermide.

Pelle sottile e la posizione superficiale del sistema vascolare possono accentuare il problema, oltre al sommarsi di ulteriori cause come l’esposizione al sole, dermatiti, piccoli traumi, disturbi del sonno, disidratazione e molto altro ancora. A ciò aggiungiamo inoltre una infelice predisposizione genetica che può affliggere molte di noi.

Cause e aspetto del problema ci permettono di distinguere diverse tipologie di occhiaie nere:

  • Occhiaie nere costituzionali: il classico segno scuro che evidenzia la zona sottostante la palpebra inferiore;
  • Occhiaie nere post-infiammatorie: il colore inquietante questo caso vira verso sfumature che vanno dal blu-viola al giallo;
  • Occhiaie nere vascolari: l’estrema sottigliezza della cute fa in questo caso trasparire i vasi sanguigni conferendo all’alone delle occhiaie una tonalità bluastra;
  • Occhiaie nere ad “effetto ombra”: la particolarità di questa occhiaia è il suo comparire solo quando la zona è in ombra.

Per ognuna di queste cause c’è naturalmente una diversa soluzione e possibilità di intervento, dalla semplice crema a vere e proprie procedure di chirurgia estetica.

Creme, sieri e gel per il contorno occhi possono prevenire il problema attivando la microcircolazione e proteggendo la zona dai raggi solari mentre un tocco di correttore potrà illuminare la zona camuffando però il problema e non certo risolvendolo.

In caso però di una problematica più grave rimuovere l’eccesso di grasso, muscoli e pelle può essere una soluzione suggerita dal dermatologo. Può esser perseguita attraverso interventi dermatologici e di medicina estetica meno invasivi. I principali sono:

 

  • Lipofilling con il quale contrastare l’effetto ombra dovuto alla perdita di tessuto con l’età e dunque per occhiaie vascolari;
  • Peeling esfoliante per ridurre le linee sottili e la pigmentazione superficiale (occhiaie costituzionali);
  • Trattamenti laser o luce pulsata intensa (IPL).

Occhiaie scavate

occhiaie scavate
Foto da iStock

Le occhiaie scure e infossate dipendono il più delle volte da un assottigliamento della pelle che circonda gli occhi, il che mette in mostra i capillari sottostanti conferendo all’alone un colore bluastro.

Tale dinamica fa si che questa tipologia di occhiaie sia tipica dell’età più avanzata: l’invecchiamento è dunque tra le cause principali seguito dall’assenza di un adeguato riposo oppure dall’esposizione prolungata al sole. Anche problematiche di salute possono incidere come allergie o problemi di anemia.

La domanda dunque è: come porre rimedio a tutto ciò? Innanzitutto si può partire da un’alimentazione adeguata: in primis un surplus di vitamina C per rimpolpare e rinforzare i capillari, poi un’adeguato apporto di antiossidanti e tanta tanta acqua.

Le occhiaie incavate sono spesso infatti caratterizzate anche da pelle secca. Ecco perché tra i primi rimedi c’è l’idratazione, da dentro e anche da fuori. Consigliati dunque creme e sieri per il contorno occhi dal forte potere idratante.

Infine il make up: utilizzate uno strato sottile di correttore e, soprattutto, illuminatosi molto la zona così da farla emergere nuovamente. A tale scopo concentratevi particolarmente sull’angolo interno dell’occhio, solitamente la zona più incavata, e utilizzando una cipria dal sottotono giallo, satinata e non glitterata così da illuminare senza evidenziare eventuali segni d’espressione.

Occhiaie gonfie

occhiaie gonfie
Foto da iStock

Familiarità, fattori esterni, indebolimento dei tessuti e ritenzione idrica sono le cause più comuni delle così detto borse sotto gli occhi.

Uno stile di vita non corretto o eccessivamente stressante, oltre a una certa predisposizione individuale e, soprattutto, lo scorrere dell’età aiutano l’insorgere di tali cause e con esse delle borse.

A peggiorare la situazione si aggiunge poi un ristagno die liquidi e lo spostamento del grasso che aiuta a sostenere gli occhi nella palpebra inferiore.

Risultato? Quell’antiestetico gonfiore che non ci abbandona più.

Solitamente il primo passo per cercare di combatterlo sono rimedi naturali come i classici impacchi freddi ma, qualora non funzionassero e il problema diventasse particolarmente gravoso, si può ricorrere anche a terapie cosmetiche e chirurgiche. Il laser o il peeling chimico, ad esempio, possono migliorare il tono e l’elasticità della pelle ma, in casi estremi, si può ricorrere alla blefaroplastica, un intervento di chirurgia estetica volto alla rimozione della pelle o del grasso in eccesso dalle palpebre.

Occhiaie cause malattie

occhiaie cause
Foto da iStock

Se uno stile di vita poco corretto e una predisposizione genetica sono le cause più comuni per le occhiaie, ce ne sono anche alcune più gravi che trasformano queste in un sintomo da non sottovalutare.

Le particolari condizioni, patologiche e non, possono esser numerose ma le più comuni sono:

  • Allergie. Le reazioni allergiche stagionali possono accompagnarsi spesso al sopraggiungere di antiestetiche occhiaie. L’attivazione delle istamine può infatti provocare una dilatazione dei vasi sanguigni. Si tratta di un fenomeno che non produrrà alcun effetto nelle zone del corpo dove la pelle è più spessa ma nella zona sotto agli occhi, dove l’epidermide è estremamente sottile, la reazione allergica farà sembrare le palpebre più gonfie e scure.
  • Disturbi del sonno. La privazione di sonno o il riposo particolarmente agitato (caratterizzato da risvegli frequenti) possono contribuire alla formazione delle occhiaie. Quando non si dorme, infatti, i vasi sanguigni della zona sotto agli occhi tendono a dilatarsi, dando così origine ai cerchi scuri sotto alla palpebra inferiore. Ricordate però che anche la situazione opposta, cioè un eccesso di riposo, può contribuire alla comparsa delle occhiaie nere.
  • Disidratazione. La carenza di acqua è una vera e propria piaga per tutto l’organismo. A livello cutaneo, ciò si traduce nella perdita di elasticità della pelle, che nella zona sotto agli occhi si manifesta con particolare evidenza. La sottile epidermide disidratata può apparire quasi trasparente, enfatizzando così le occhiaie.
  • Anemia. Si tratta di una patologia caratterizzata da una carenza di globuli rossi o di emoglobina. In tal caso un altro sintomo estetico, oltre agli aloni scuri sotto gli occhi, può essere pallore.
  • Mononucleosi;
  • Cellulite periorbitale (infezione batterica della/e palpebra/e).

Occhiaie rimedi veloci

occhiaie rimedi
Foto da iStock

Quando vediamo il nostro sguardo segnato da un alone scuro i primi passi che muoviamo sono solitamente verso rimedi fai da te e naturali:

  • Fettine di cetriolo o bustine di camomilla applicate a mo’ di impacco
  • Fettine di patate o succo di pomodoro sempre usati a mo’ di impacco per intervenire nel ridurre l’aspetto dei vasi sanguigni prominenti.
  • Un dischetto imbevuto di latte gelato applicato per 5 minuti sugli occhi schiarirà e ridurrà i consumi
  • Il cucchiaio freddo può esser posato sotto gli occhi tutte le mattine prima del trucco
  • L’aloe può esser un ottimo modo per lenire le irritazioni e diminuire i gonfiori: basterà metterla a mo’ di impacco imbevendovi dei dischetti di cotone.

Il freddo è dunque in pratica, come avrete capito, il miglior alleato. Al suo fianco possiamo porre però anche alcune buone abitudini come utilizzare sempre gli occhiali da sole, evitare fumo e alcolici, una dieta equilibrata e bere tanta acqua

Occhiaie creme

occhiaie creme
Foto da iStock

Una buona crema per il contorno occhi deve contraddistinguersi per un adeguato filtro solare, essere ipoallergenica e illuminante.

Oltre a combattere i segni del tempo e tonificare la pelle nell’area perioculare, le creme, i sieri o i gel per il contorno occhi possono aiutare la circolazione e ridensificare la pelle, combattendo così alcune delle principali cause di occhiaie.

Per la notte vi consigliamo prodotti più ricchi, da applicare quasi a mo’ di impaccio.

Per il giorno invece scegliete texture più leggere, in gel o quasi acquose, perfette per esser assorbite velocemente. Grande alleato contro le occhiaie è infatti il make-up e sappiamo come esso debba esser applicato su una pelle idratata ma non unta, così da poter durare più a lungo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI