Home Maternità

Il Baby Shower in Italia: cos’è e come funziona

CONDIVIDI
baby shower
baby shower in italia (iStock Photos)

Baby Shower: come organizzare la festa più importante per una futura mamma

Sbarca in Italia direttamente dagli Stati Uniti d’America e, sembra trovare  ogni giorno sempre più riscontri tra le future mamme la nuova “festa” per il pargoletto che verrà. Si chiama Baby Shower o meglio il party per il bimbo. Una festa che si organizza per celebrare la futura nascita del bebè ma anche (e soprattutto) la futura mamma.

Ma che cos’è nello specifico il baby shower? La tradizione vuole che il Baby Shower si festeggi solo per la nascita del primogenito, ma spesso e volentieri si festeggiano per la nascita degli altri figli o per quelli adottati. E’ un’occasione per la futura mamma di circondarsi di amiche e parenti, celebrando tutte insieme una fase di passaggio che la porterà in breve tempo a diventare mamma a tutti gli effetti. Importata dagli Stati Uniti, la festa per il neonato è diventata famosa anche in Europa e in Italia grazie soprattutto a film e telefilm come per esempio il famoso telefilm Sex and the city. Innamorate di questa usanza americana, sono sempre di più le mamme italiane che decidono di cedere al fascino del baby shower.

I punti cardine per organizzare un Baby Shower

Le linee guida per organizzare questo particolare e dolce party al meglio rimangono sempre un po’ un mistero. Allora non rimane che svelare brevemente i punti cardine per riuscire nell’intento di un buon party.

LEGGI ANCHE: Festa della mamma: le origini e il significato in Italia e nel  mondo

Il momento più adatto per organizzare il party è di solito quando la mamma si trova al settimo, massimo ottavo mese di gravidanza. E’ il periodo ideale perché è lontana dal parto e anche dai primi mesi che sono i più a rischio.

Molto importante sarà pensare agli inviti che potranno anche essere personalizzati; al rinfresco che prevederà una piccola merenda o in alternativa un aperitivo (non alcolico) e una torta a tema. Altro punto cardine da tenere in considerazione sono le decorazioni e l’intrattenimento; quest’ultimo si compone abitualmente di giochi a tema. Il luogo ideale dove festeggiare sarebbe la casa di chi organizza la festa ma anche una sala da tè, la casa della futura mamma o in altri locali adatti al tema andranno benissimo. Ad occuparsi di tutta l’organizzazione sono abitualmente le amiche e le parenti della futura mamma anche se spesso sono le stesse future mamme ad occuparsi dell’intera organizzazione. Vista, però, la diffusione del fenomeno da qualche tempo è anche possibile affidarsi a professioniste specializzate nell’organizzazione di baby shower che, con la loro capacità di curare ogni minimo dettaglio, sapranno rendere la festa un’esperienza indimenticabile. Insomma non rimane che godersi i festeggiamenti a pieno nell’attesa che una nuova vita ci riempia il cuore di felicità.

Leggi anche — > Kim Kardashian e il Baby Shower in pigiama

Baby shower, idee regalo per far felice la neo mamma

Una delle scelte più difficile durante il baby shower è proprio il regalo che si deve fare alla festeggiata e al suo nascituro. Si può partire da una lista dei possibili regali utili al bambino e alla sua mamma, elenco che viene stilato proprio per evitare spiacevoli doppioni. Alcuni esempi di possibili pensierini potrebbero essere:

  • Pasti pronti da congelare, che sicuramente saranno utilissimi ai prossimi genitori durante le prime frenetiche settimane con il piccolo arrivato.
  • Piantare una piccola piantina e presentata ai futuri genitori, accompagnata da una poesia a tema o una dedica che li aiuterà a ricordare questo bellissimo evento.
  • Si possono raccogliere un insieme di fotografie,  scattate durante la maternità, e formare un meraviglioso album di fotografie che sarà molto apprezzato dai genitori e dal bambino stesso in futuro.
  • Regalare un piccolo kit per la cura del bambino, magari da viaggio, utilissimo.
  • Apprezzati dalle future mamme saranno sicuramente i coupon per un servizio di baby sitting serale o nel week-end; così come dei coupon per una giornata di pulizia casa o spesa al supermercato.
  • un buono regalo per un’ora di massaggio alla futura mamma in un centro benessere o una spa per rilassarsi un po’.
  • In alternativa alla spa, una seduta dal parrucchiere così come un appuntamento dall’estetista per un restyling sarà accolto con grande piacere
  • se la mamma è una sportiva, quale miglior regalo per un mini abbonamento in palestra o un corso di pilates per mamme. Un modo carino per rimettersi in forma.

 

Di Maria Teresa Bianco