Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Dieta degli studenti: cosa mangiare prima di mettersi sui libri

Dieta degli studenti: cosa mangiare prima di mettersi sui libri

CONDIVIDI

Nei momenti di maggior sforzo mentale, quando magari ci si trova in periodo di interrogazioni, piuttosto che di esami universitari, è importante alimentarsi bene e in maniera intelligente.

Per dare una mano agli studenti è stata redatta una lista di cibi, la cosiddetta dieta dello studente, utili ad aumentare il rendimento nello studio e raggiungere una maggiore concentrazione per memorizzare in maniera ottimale le informazioni presenti sui libri.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Da cosa è composta la dieta dello studente

Getty Images
Come noto il pesce è un sano alleato per chi deve spremersi le meningi grazie al suo contenuto di Omega 3, fondamentali per il corretto funzionamento dei neuroni.
Allo stesso modo è da prediligere la frutta secca che contiene acidi grassi ottimi per le funzioni cognitive. In particolare le noci rappresentano un vero toccasana in quanto apportano al cervello una buona quantità di ferro, capace di incrementare la prontezza mentale e la capacità di immagazzinare informazioni.
Buoni per la memoria pure i cereali integrali, i cavoli e i broccoli, così come gli spinaci e la cipolla rossa, ideali per prevenire l’invecchiamento mentale e migliorare le funzioni cerebrali.

Da non sottovalutare il peso delle proteine che si possono trovare nei legumi come lenticchie, fagioli e ceci.

Da mangiare in quantità i frutti rossi, per l’alta presenza di fitonutrienti e antiossidanti che fortificano l’attività neurologica favorendo altresì il flusso di sangue al cervello.

Infine, per chi non riesce a rinunciare ai dolci, ben venga il cioccolato fondente, in grado di mantenere la mente vigile e predisposta all’acquisizione di informazioni.

Cosa mangiare a pranzo e a cena –  Per ottimizzare il rendimento di questi cibi mentre si è impegnati nello studio è importante assumerli con intelligenza, posizionandoli in maniera corretta all’interno della propria tabella  alimentare.

Ad esempio, i carboidrati contenuti nei cereali integrali, le fibre, così come le proteine dei legumi sono da preferire a metà giornata, prima di tuffarsi in un pomeriggio fatto di libri.

Alla sera invece è meglio mantenersi leggeri senza però tralasciare i nutrienti. Ecco perché è preferibile puntare sul pesce fresco da accompagnare con un contorno di verdure.

Ti potrebbe interessare anche—->>> Dimagrire 15 kg in 3 settimane con la dieta Fast 800

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI