Home Dieta e Alimentazione

Perdi fino a 5 kg in un mese con la dieta del pesce

CONDIVIDI

Dimagrire 5 kg in un mese è possibile.Grazie alla salutare e sfiziosa dieta del pesce si può perdere peso senza farsi cogliere dalla depressione da piatto vuoto.

A molti non piace cucinarlo per il cattivo odore che diffonde in casa, ma per il bene della propria forma fisica bisognerebbe chiudere un occhio e tapparsi il naso. Per tutti coloro che vorrebbero perdere quei chiletti scomodi e brutti da vedere, la dieta del pesce è l’ideale.

Importante fonte di proteine nobili il pesce è essenziale per regolare il metabolismo così come la produzione degli ormoni e la rigenerazione delle cellule.

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Secondo alcuni studi scientifici è altresì un “amico” della dieta in quanto contiene poche calorie, si digerisce facilmente ed è fortemente saziante. Grazie alle alte dosi di Omega 6 e Omega 3 contenute aiuta a ridurre il colesterolo nel sangue, protegge i vasi sanguigni dall’invecchiamento e combatte l’ipertensione. A ciò va aggiunto che riattiva la circolazione sanguigna rendendo la pelle elastica e splendente.

Come funziona la dieta del pesce

Getty Images

E’ piuttosto facile da seguire: basta inserire nel proprio regime quotidiano questo alimento. Prediligere comunque il pesce proveniente dal Mar Mediterraneo, poiché meno contaminato, quello fresco e di piccola taglia.

Il menù giornaliero prevede 1300 kcal, con colazione  sempre uguale, a pranzo carboidrati integrali e per cena le proteine nobili del pesce.

La suddivisione della giornata – Si parte con un bicchiere di acqua e limone da accompagnare ad uno yogurt magro, cereali integrali e una tazza di tè verde, ottimo per stimolare il metabolismo.

A pranzo spaghetti integrali con zucchine e contorno di verdure grigliate. A cena un’orata al cartoccio condita con aromi.

Ovviamente il momento del pesce non deve essere di tristezza. Ogni sera di può cambiarne tipologia e ricetta. Inoltre c’è una buona notizia per gli amanti del fritto. Questo è ammesso purché in versione light.

Quindi, prediligere i calamari, che trattengono poco olio durante la cottura, scegliendo per l’impanatura la farina di riso. Per i gamberi invece preparare la pastella utilizzando il ghiaccio, così facendo si dà vita ad uno shock termico che renderà gli alimenti croccanti senza al’aggiunta di calorie.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Perdi 30 kg con la dieta lipofidica

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI