Home Attualità

“Ignorante, ha il coraggio di presentarsi!”. La risposta da Insinna che ha generato il caos

CONDIVIDI

Da sempre ormai la trasmissione “L’Eredità”, punta di diamante del tardo pomeriggio di Rai Uno, genera “Mostri”.

 

Da Flavio Insinna su Rai Uno tutto è possibile. Ma forse ora il fondo è stato toccato per davvero. E ne sanno qualcosa gli abitanti di Potenza. In Basilicata, si son arrabbiati dopo la puntata de L’Eredità con Flavio Insinna su Raiuno che ha visto il capoluogo lucano,  protagonista di una domanda nel famoso quiz show che tanto piace agli italiani. Al ragazzo, concorrente in gara, è stato chiesto come si chiamassero gli abitanti di quella città, scegliendo tra le opzioni “potentino” e “forzutino”.

Allora gli abitanti di Potenza come si chiamano?

Flavio Insonna

Il ragazzi in gara, ha però ha sospettato che dietro la domanda facilissima ci fosse una specie di trabocchetto e  quindi ha preferito dare la risposta più improbabile: “Forzutino”. Una scelta davvero imbarazzante che ha messo in difficoltà anche l’ormai abituato  Insinna, e che ha soprattutto mandato in fibrillazione  i potentini, tanto che sui social non hanno risparmiato il ragazzo insultando sia lui che lo show: “Ignorante – hanno scritto al concorrente – hanno il coraggio di presentarsi!”.

 

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Psiche & Personalità  CLICCA QUI

Flavio Insinna: “La mia vita è cambiata”

 

Se vuoi restare sempre aggiornato sulle nostre curiosità, clicca qui!

 

Flavio Insinna, conduttore italiano, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Rai 1 durante la trasmissione di “Domenica In”. L’attore, guardando le cosiddette “foto del cuore” ha raccontato di quando gli è completamente cambiata la vita. Sul led è comparsa una sua foto mentre è in compagnia del padre e spinge le canoe con dei ragazzi dentro: “Mio padre faceva il medico per gli sportivi delle Paraolimpiadi e lui mi mise a spingere le canoe degli sportivi. Lì cambia il mio mondo, cambia completamente la mia vita. Perché mio padre mi disse: “Guardati indietro perché c’è sempre qualcuno da trainare, da spingere o a cui dare una mano” e quindi ho capito molto”.

 

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI