Home Attualità

Radja Nainggolan, l’audio incriminato e la reazione dei tifosi della Roma

CONDIVIDI

Radja Nainggolan per il suo comportamento salterà le ultime due giornate del girone di andata del campionato.

Il calciatore della nazionale belga ed ex Roma avrebbe registrato un presunto audio choc dove il centrocampista, la cui veridicità non è stata ancora confermata, dichiarava di voler tornare alla Roma. A riguardo si è sfogata sui social la moglie Claudia Nainggolan:

«Insulti e minacce alle nostre figlie sul mio profilo».

La donna ha voluto dire la sua su quanto sta accadendo in queste ore

 

«Permettetemi di dire una cosa», scrive nelle stories di Instagram la moglie di Nainggolan. «Consideranto tutti gli insulti e le minacce che arrivano sul mio profilo. Io sono Claudia e tutto ciò che scrivete lo leggo io e nessun altro. Per quanto riguarda le minacce a me e alle mie figlie, è veramente disgustoso!».

Sono stati i suoi follower tanti commenti e insulti

E’ dalla giornata di ieri che sui social stanno girando tre brevi audio di una voce che potrebbe  essere quella dell’interista: un audio watsapp, nel quale Nainggolan si rivolge a un interlocutore imprecisato.

«Mamma mia, sto a fà un macello qua… Voglio tornà», si sente dire nell’audio attribuito al giocatore belga, che sembra essere un riferimento al desiderio di tornare nella Roma. «Boh, mò da quanto sò amico di Totti, magari spingerà lui… Ma poi dovrei fare un casino qui per potermene andare, capito?»«Mi danno tutti per finito… Ma va bene – prosegue un altro audio – tanto ho sempre dimostrato sul campo e poi alla fine sono sempre stati zitti. Ma, se tra un pò mi vengono a leccare il c**o, alcuni interisti, ti giuro che gli rompo il c**o a tutti».

Per saperne di più, leggi anche –> “Non vuole farsi ritrovare” la clamorosa ipotesi su Ylenia Carrisi

NAINGGOLAN: “STO A FA UN MACELLO, VOGLIO TORNARE.” AUDIO INOLTRATI A ME PERSONALMENTE. 0 NOMI.

 

 

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI