Home Salute e Benessere

Disabilitare questo gene ti permetterà di mangiare a volontà senza ingrassare

CONDIVIDI

Mangiare di tutto senza ingrassare, un sogno diventato realtà?

Dati i molteplici problemi di salute legati all’obesità, gli scienziati sono continuamente alla ricerca di modi per ridurre l’accumolo di peso causato da una scorretta alimentazione e finalmente hanno scoperto l’azione di un gene e il suo potenziale effetto qualora venisse disattivato.

Il gene che ti permette di mangiare a volontà senza ingrassare

Anche se mangiare fa parte dei nostri bisogni vitali, dovremmo porci un certo limite e non esagerare. L’ingestione di cibo in eccesso quotidiano, porta a chili e grasso alloggiati all’interno del corpo con conseguente sovrappeso e obesità. Tuttavia, questo accumulo anormale di grassi è responsabile di varie malattie.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), nel 2016 oltre 1,9 miliardi di adulti erano in sovrappeso e 650 milioni di adulti erano obesi. Un dato ancora più allarmante se si considera che circa 2,8 milioni di persone muoiono ogni anno a causa di questo disturbo.

Sovrappeso e obesità possono essere potenzialmente letali perché sono responsabili dell’insorgere di malattie come il diabete di tipo 2, i disturbi cardiovascolari e muscolo-articolari. Analogamente, l’obesità è un importante fattore di rischio per lo sviluppo del cancro, in particolare a causa del suo impatto negativo sui diversi processi biochimici nel corpo (insulina, steroidi, adipochine, infiammazione, stress ossidativo).

I ricercatori della University of Texas Southwestern Medical Center (Stati Uniti) e Flinders University (Australia) hanno condotto uno studio recente sugli effetti del gene sul metabolismo e la termogenesi RCAN1.

Il Metabolismo si riferisce a tutte le reazioni chimiche che avvengono nel corpo, che includono la capacità di produrre energia degradando molecole comprese carboidrati e grassi e / o comunque la loro memorizzazione. La termogenesi, d’altra parte, è l’azione con cui il corpo produrrà calore, specialmente bruciando i grassi. Sono quindi due meccanismi che favoriscono la prevenzione e l’eliminazione dei grassi, purché siano capiti e appresi correttamente.

In questo senso, gli scienziati hanno scoperto un legame tra il gene RCAN1 e la sindrome metabolica, che si manifesta con vari disturbi metabolici come l’obesità addominale, trigliceridi alti o ad alta pressione del sangue e insulino-resistenza.

Questo gene interromperebbe l’aumento della termogenesi senza tremore (NST) e quindi il consumo di calorie. Invece di indurre la produzione di energia sotto forma di calore, lo induce sotto forma di accumulo di grasso. Pertanto, disabilitare l’azione di questo gene aumenterebbe ulteriormente la perdita di calorie, ottimizzando il processo energetico.

Si noti, tuttavia, che per mangiare senza ingrassare bisognerebbe prendere in considerazione altri fattori come la morfologia della persona e in particolare il suo modo di vivere.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Salute & Benessere  CLICCA QUI

Suggerimenti per prevenire il sovrappeso e l’obesità

Fonte: Istock

Lo stile di vita è spesso collegato all’aumento di peso e all’accumulo eccessivo di grasso, e causa sovrappeso e obesità. Per prevenire questo fenomeno e avere un peso sano e stabile si dovrebbero seguire quotidianamente alcuni consigli. Inoltre, ecco alcuni consigli utili per prendersi cura del proprio corpo e della propria salute:

  • una dieta equilibrata
  • praticare attività fisica regolare
  • Idratarsi correttamente
  • Rispettare il ritmo del sonno
  • Consumare di cibi a basso indice glicemico, come verdure a foglia verde (broccoli, zucchine, porri, avvocato), semi oleosi (mandorle, noci, anacardi, pistacchi), cereali e germogli (fieno greco, miglio, semi di girasole) legumi (bianco e rosso fagioli, lenticchie, piselli), cereali integrali o un po ‘di frutta (ribes, ciliegie, mirtilli, lamponi, fragole, rabarbaro)
  • Concentrarsi su grassi sani (olio d’oliva, olio di girasole, avocado, aringa, sardine, sgombro)
  • Evita le diete yo-yo e concentrarsi sul riequilibrio del cibo
  • Limitare gli spuntini grassi concentrandosi su spuntini sani come frutta, yogurt bianco o una manciata di mandorle e noci
  • Favorire una cottura a vapore e cottura al dente per pasta
  • Mangiare in quantità ragionevole
  • condividere i pasti con la tua famiglia e senza distrazioni esterne (televisione, computer portatili, computer)

L’esempio di un menu bilanciato per un giorno

Per aiutarti a vedere più chiaramente che cosa si intende con dieta equilibrata, ecco un esempio di un menu sano e goloso per un giorno:

Colazione: una bevanda calda (tè, caffè, infuso) + 2 fette di pane di segale + 20 g di burro di mandorle + 1 manciata di frutti rossi o frutta secca

Spuntino: 1 barretta di cioccolato e / o pompelmo

Pranzo: insalata di carote grattugiate al limone + una porzione di pollo con senape e miele + 125 g di riso integrale + 100 g di verdure verdi + una porzione di macedonia di frutta

Cena: porzione di lasagna con melanzane e ricotta + 1 fetta di pane integrale (senza glutine) + 1 frutto

Ti potrebbe interessare anche—->>>Perdere peso senza alcuna dieta? 6 consigli scientificamente provati

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI