Home Coppia

Chiudere una relazione: i segnali per capire che è il momento di farlo

CONDIVIDI

Quando e come si fa a capire che è giunto il momento di chiudere una relazione? I segnali inequivocabili

A volte ci si trova in quella spiacevole situazione in cui abbiamo capito che la nostra storia d’amore è ormai arrivata al capolinea, ma non riusciamo a deciderci a chiudere una relazione senza più alcun futuro. Questo tipo di situazione ci lascia bloccati in un vero e proprio limbo e può essere molto difficile uscirne.

A nessuno piace l’idea di chiudere una relazione: che sia un rapporto nato per caso o una storia di lunga durata, è sempre brutto doversi assumere la responsabilità di dover concludere un rapporto, di dover dire all’altra persona che non vogliamo più faccia parte della nostra vita. A volte siamo noi stessi ad aver paura, a non voler chiudere una relazione per paura di sbagliare o di rimanere soli.

Leggi anche >>> Squilibri ormonali, gli 11 sintomi che ogni donna deve saper riconoscere

In realtà, dovremmo prima di tutto consapevolizzare una cosa di importanza fondamentale: quando l’amore finisce, restare intrappolati in una storia senza alcun futuro è dannoso. Chiudere una relazione, per quanto doloroso possa essere, è comunque il male minore.

Ma come possiamo essere sicuri che la nostra storia sia davvero finita? Quando si capisce che è ora di chiudere una relazione senza alcun futuro? Ci sono alcuni segnali inequivocabili che fanno capire che è ora di chiudere.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulle novità e i consigli riguardo psicologia e vita di coppia CLICCA QUI

Chiudere una relazione di coppia: cosa chiedersi prima di farlo

Fonte: iStock

Per capire se la nostra relazione è ormai definitivamente al capolinea bisogna rispondere ad alcune domande che possono venirci in aiuto.

1) I problemi che ci hanno portato a questo punto sono risolvibili?

Nella maggior parte dei casi, i problemi di coppia possono essere risolti con l’impegno da parte di entrambi, ma quando uno dei due non è disposto a cedere né a fare la sua parte significa che la relazione è sbilanciata e non si è più capaci di impegnarsi per raggiungere un compromesso: probabilmente è giunto il momento di porre la parola fine.

Leggi anche >>> 5 buoni propositi per migliorare il rapporto di coppia

2) Mi vedo accanto a questa persona tra cinque o dieci anni?

Immaginare il futuro assieme è una delle componenti indispensabili in un rapporto di coppia duraturo. Se guardando avanti non riusciamo ad immaginarci accanto al nostro partner, se pensiamo che staremmo meglio con una persona diversa, allora è altamente probabile che sia ora di chiudere una relazione che chiaramente non fa più per noi.

3) Ho più da perdere restando in questa storia o rompendo con lui / lei?

A volte siamo talmente insicuri o spaventati all’idea di lasciare una persona che perdiamo di vista la razionalità. Se ci fermiamo a riflettere con attenzione e a valutare i pro e i contro, potremmo renderci conto che chiudere una relazione con una persona con la quale non riusciamo più ad essere noi stessi sarà una vera e propria liberazione, che potrebbe spianare la strada verso la felicità.

4) A volte provo del rancore nei suoi confronti?

In alcune storie d’amore, a volte, si incontrano dei problemi che causano ferite emotive profonde: quando ciò accade, le difficoltà diventano insormontabili e ci si trova a provare sentimenti negativi nei confronti del partner. Un esempio classico è quello del tradimento: la persona tradita si sentirà ferita nel profondo e, anche se cercherà di perdonare, il dolore verrà fuori ogni giorno sotto forma di sospetti e gelosie. In casi come questi, la vita di coppia diventa un vero e proprio inferno e lasciarsi è la scelta più opportuna.

Leggi anche >>> 7 tipi di uomini di cui le donne non dovrebbero mai innamorarsi

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI