Home Dieta e Alimentazione

Vino, meglio il rosso o il bianco?

CONDIVIDI

Tutto quello che c’è da sapere su vino rosso e bianco e su qual’è il migliore da bere.

Negli ultimi anni, il vino è stato sempre più al centro dell’attenzione. In una cultura sempre più incentrata sulla sana alimentazione e sulle proprietà dei vari alimenti, anche il vino è finito sotto la lente, soprattutto per l’eterna diatriba sulla preferenza tra vino rosso e bianco.
Scopriamo quindi quali tra i due è il migliore da bere se oltre al sapore si cerca anche il benessere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Acqua con limone e curcuma: ecco perché fa bene

Vino rosso o bianco? Ecco la risposta dai più recenti studi

vino rosso e bianco
Fonte: Istock

In genere la preferenza tra i due tipi di vini si basa sul gusto personale e sugli abbinamenti con i vari cibi. Come bisognerebbe comportarsi, però, se prima di scegliere quale bere si volesse scegliere quello che fa più bene all’organismo? Posto che il vino è un alcolico e di conseguenza non propriamente considerato come un alimento salutare, c’è da dire che una delle due versioni, se presa a piccole dosi, è più raccomandata dell’altra. Si tratta del vino rosso che dai recenti studi è emerso essere quello ricco in polifenoli e pertanto in grado di apportare dei benefici all’organismo.

Se vuoi restare aggiornata su tutte le novità in campo alimentare CLICCA QUI!

Simili in calorie e in quantitativo di carboidrati, vino rosso e vino bianco iniziano a mostrarsi diversi quando si tratta di zuccheri, sebbene la differenza sia ancora trascurabile.
Come già detto, quindi, a fare la differenza sono i polifenoli del vino rosso che sono almeno venti volte maggiori del bianco. Inoltre, grazie al processo di fermantazione che nelle prime fasi comprende la presenza della buccia, vengono rilasciati anche i flavonoidi.
Il vino rosso, quindi è migliore per tutta una serie di benefici che, a differenza di quello bianco, riesce ad apportare a chi lo beve. Questi benefici sono il rallentamento dell’invecchiamento e dello sviluppo dei tumori, le proprietà antinfiammatorie e la prevenzione di malattie cardiovascolari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Limone e zenzero: ecco cosa accade assumendoli ogni giorno

Ovviamente non tutti possono berlo e se il medico lo ha sconsigliato è indispensabile continuare a seguire i suoi consigli. Chi è invece solito berli entrambi, da oggi avrà un motivo in più per prediligere il vino rosso a quello bianco.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI