Home Psiche

Le rispose emotive negative possono rovinare il cervello

CONDIVIDI

Avere risposte negative ai momenti di forte stress può rovinare le risorse cognitive.

Chi non si è mai stressato per la lunga attesa dal medico o per il troppo traffico sulla strada del rientro? Si tratta di momenti che fanno parte del quotidiano di ognuno di noi e che secondo uno studio possono danneggiare il cervello. Sembra infatti che a far male non sia tanto lo stress ma le risposte emotive di tipo negativo con cui si reagisce ai momenti di crisi, un problema che si evidenzia maggiormente nelle persone anziane ma che molto probabilmente influisce anche sui giovani, seppur in modo meno evidente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Ansia: 10 pensieri per allontanarla

Uno studio svela come le reazioni emotive di tipo negativo possono far male al cervello

Lo studio in questione è stato condotto dall’Università dell’Oregon che ha posto sotto esame 111 persone tra i 65 e i 95 anni. Ne è emerso che quando si reagisce in modo estremamente negativo ad una fonte di stress, avvengono delle fluttuazioni nelle prestazioni cognitive che risultano pertanto peggiorate. Questo problema è molto evidente nelle persone anziane ma coinvolge sicuramente tutte le fasce di età.
Imparare a gestire lo stress è dunque molto importante non solo al fine di migliorare la qualità della propria vita ma anche per preservare le proprie capacità cognitive evitandone il danneggiamento.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che ha a che fare con novità su benessere e salute CLICCA QUI!

Uno studio che apre le porte alla necessità di scoprire più strategie possibili che siano in grado di aiutare le persone che tendono facilmente ad esplodere davanti agli intoppi di tutti i giorni a cambiare modalità di reazione, passando da quelle negative ad altre di tipo positivo o comunque neutrale. In questo modo, oltre a mantenere un atteggiamento più rilassato nei confronti della vita, anche le prestazioni si manterranno sempre buone e senza oscillazioni in negativo. Tutto ciò, inoltre, contribuirà a rendere il cervello più funzionale, soprattutto con l’avanzare degli anni, quando cioè le prestazioni tendono a calare e si necessita più che mai di trovare dei rimedi per mantenersi mentalmente giovani il più a lungo possibile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Come tornare ad amare la vita

Da oggi, quindi, meglio evitare di reagire con urla o cattivo umore davanti a qualcosa che tanto non potremmo cambiare. Meglio cantarci su o cercare di trovare un modo per sorridere alla vita, in modo che questa, ci ricambi il favore.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI