Home Attualità

Ammazzato di botte a 9 anni: l’incredibile vicenda in famiglia

CONDIVIDI

Un bambino di soli 9 anni è stato letteralmente ammazzato di botte dai fratelli maggiori per un motivo a dir poco sconvolgente

Una famiglia come tante che vive nella cittadina francese di Mulhouse, ai confini con Germania e Svizzera nel dipartimento dell’Alto Reno, è stata sconvolta da un’assurda tragedia familiare che si è consumata lo scorso 17 settembre, ma che soltanto adesso è stata portata a conoscenza dell’opinione pubblica dagli inquirenti.

Secondo le informazioni attualmente disponibili, un bambino di 9 anni è stato picchiato a morte dal fratello di 19 anni e dalla sorella di 20 perchè non voleva fare i compiti. Il piccolo è stato ammazzato di botte a colpi di scopa e sembra che sia coinvolta anche una terza persona: non è chiaro, al momento, se si tratti di una sorellastra o della fidanzata del fratello.

L’omicidio del piccolo risale a oltre due mesi fa, essendosi consumato nella serata del 17 settembre 2018, ma la notizia è stata resa nota soltanto adesso perché le indagini erano ancora in corso. I tre sospettati, infatti, sono stati arrestati pochi giorni fa assieme alla madre del piccolo.

Leggi anche >>> Missionario ucciso a soli 27 anni da una tribù di indigeni in India

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime notizie di cronaca e tanto altro? CLICCA QUI

Ammazzato di botte dai fratelli perché non vuole fare i compiti

Fonte: iStock

Secondo la ricostruzione effettuata attraverso le indagini delle autorità, il decesso del bambino di 9 anni ammazzato di botte dai fratelli sarebbe avvenuto a causa di un arresto cardiaco, sopraggiunto per via dei colpi ricevuti dal piccolo: il pestaggio sarebbe avvenuto con vari oggetti, tra cui il manico di una scopa.

La motivazione del folle gesto sarebbe dovuta al fatto che il piccolo non avrebbe fatto i compiti: i fratelli, infuriati, avrebbero dato il via alla terribile punizione picchiando a morte il bambino.

Sembra che la mamma, attualmente agli arresti, non fosse presente quando il bambino di soli 9 anni è stato ammazzato di botte: era in viaggio per lavoro, ma pare che abbia incoraggiato i figli maggiori a punire il più piccolo per non aver fatto i compiti.

Naturalmente, la morte del piccolo ha destato grande sconcerto tra la popolazione della piccola cittadina della Francia Orientale: gli abitanti di Mulhouse, profondamente toccati dalla tragedia, hanno infatti organizzato una veglia per ricordare e omaggiare il bambino ammazzato di botte da chi avrebbe dovuto amarlo e proteggerlo.

Leggi anche >>> Bambina di 10 anni uccide un neonato, il papà: “è una criminale”

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI