Home Attualità

Maturità 2019: novità, cambiamenti e date degli esami di Stato

CONDIVIDI

Novità in arrivo per gli esami di Maturità 2019: ecco come cambieranno le prove per gli studenti delle superiori

Erano già stati annunciati lo scorso mese di ottobre i primi cambiamenti in atto per le prove scritte degli esami di maturità 2019: le novità riguardano tutte le prove previste e in particolare le prove scritte, che passano da tre a due con la prima grande novità, ossia l’abolizione della terza prova.

Mentre la terza prova (il famoso quiz multidisciplinare) sparisce del tutto dalle paure dei maturandi, le novità più importanti sono quelle riguardanti le altre due prove scritte e in particolare la seconda prova, quella che cambia a seconda dell’indirizzo scolastico di riferimento.

Vuoi restare aggiornato su tutte le ultimissime novità riguardo gli esami di maturità 2019? Allora CLICCA QUI!

Maturità 2019: cosa cambia? La prima prova scritta

Fonte: iStock

Ma andiamo con ordine: per la prima prova scritta della maturità 2019 resta previsto il tema o saggio in italiano. La prova di italiano si svolgerà in tutta Italia il prossimo 19 giugno e gli studenti potranno scegliere tra sette tracce differenti.
Il numero delle tracce è la grande novità della prima prova degli esami di maturità 2019: a partire da quest’anno, saranno due gli autori tra cui i ragazzi potranno scegliere, anziché uno solo come accadeva finora.

Leggi anche >>> Arriva tardi a scuola per prendere il figlio: mamma sputa alla maestra

Maturità 2019: grandi novità per la seconda prova

Fonte: iStock

La seconda prova scritta si svolgerà invece il 20 giugno 2019 ed è quella che più di tutte presenta grosse novità. Il cambiamento principale riguarda il fatto che gli studenti degli esami di maturità 2019 potranno ritrovarsi a fare i conti con una prova mista, più complessa di quelle “classiche” previste fino allo scorso anno.

In particolare, al liceo classico potrà essere proposta una prova mista che comprenda sia il Latino che il Greco, mentre allo scientifico si potranno fare i conti con quattro quesiti che riguarderanno Matematica e Fisica. Negli istituti tecnici, la seconda prova scritta sarà una serie di quesiti suddivisa in due parti (una parte obblogatoria, l’altra a scelta del candidato) e i Professionali avranno una parte definita a livello nazionale e una specifica, predisposta da ciascuna Commissione.

Maturità 2019, le novità per gli orali

Fonte: iStock

Anche i colloqui orali sono stati investiti da una serie di novità e cambiamenti in vista degli esami di maturità 2019: Scompare del tutto l’ormai tradizionale tesina multidisciplinare proposta da ciascun candidato, ma sono previsti grandi cambiamenti.
A partire dai prossimi esami, la Commissione potrà proporre ai candidati di analizzare testi, documenti, progetti per valutare le conoscenze maturate nelle singole materie.

Inoltre, chiederà a ciascuno studente di esporre la propria esperienza di Alternanza Scuola – Lavoro (anche attraverso una relazione scritta o un elaborato multimediale preparato ad hoc) e accerterà le conoscenze in tema di Cittadinanza e Costituzione.
Nelle prossime settimane, inoltre, il MIUR renderà pubbliche alcuni esempi delle tracce d’esame per permettere agli studenti di esercitarsi in vista della maturità 2019.

Leggi anche >>> Fai fatica a svegliarti? secondo questo studio sei molto intelligente!

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI