Home Dieta e Alimentazione

Le 8 cose da sapere su snack e merendine

CONDIVIDI

Nell’epoca del “o bio o niente” e della grande attenzione al benessere e alla salute, anche gli snack e le merendine si sono adattati. Fortunatamente, in Italia, complice uno stile alimentare legato alla dieta mediterranea, la situazione è migliore rispetto ad esempio a Gran Bretagna o Stati Uniti.

(Corriere della Sera)

Le aziende alimentari sono ormai diventate attentissime al capitolo snack. Il concetto di cibo salutare si è fatto sempre più largo tra i consumatori, ma il minor tempo a disposizione da dedicare alla degustazione lenta ha fatto sì che il food mordi e fuggi si evolvesse e divenisse il riferimento pur senza tralasciare la validità degli ingredienti utilizzati.

Il confronto tra Italia e altri Paesi

Secondo lo studio comparativo della Fondazione Italiana per l’Educazione Alimentare Se la merendina italiana ha un peso medio di 34 grammi, quella britannica arriva a 66 grammi e quella statunitense addirittura a 81 grammi.

I succhi di frutta

Un capitolo a parte lo meritano le bevande, come il centrifugato o i succhi 100% frutta. “Oggi i consumatori prendono i prodotti e leggono le etichette. Per questo le aziende hanno lavorato molto in tal senso e recepito questa maggiore consapevolezza da parte del consumatore“, ha commentato Alessandra Iovinella,responsabile di FutureBrand.

(Corriere della Sera)

 

Per avere una risposta alle curiosità del quotidiano cliccate qui

Il caffè personalizzato

Anche un prodotto basico come poteva essere il caffè, si è modificato anche a causa dell’arrivo delle capsule. Ognuno ormai cerca quello più adatto alle proprie esigenze, quello che va bene in quel preciso momento della giornata; senza dimenticare la grande produzione dei decaffeinati.

I prodotti top

Alcune marche stanno invece provando a reinventare la tradizione affiancandosi ad alcuni chef che abbinano in modo diverso gli ingredienti tradizionali. “Un esempio sono le patatine San Carlo“, ha proseguito Iovinella. “La patatina storica, la ricerca di gusti particolari, lo chef Cracco che la ripropone con le sue ricette“.

Coca Cola

Infine, perfino la Coca Cola sta cercando di riposizionarsi su un mercato più salutistico. Prima ha lanciato la Coca Light, poi la Zero, la senza caffeina, la Stevia, e quindi la gusto limone-zero zuccheri e zero calorie.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI