Home Gossip

Marco Carta piange in tv: Caterina Balivo crolla in diretta

CONDIVIDI

Marco Carta piange in tv nella trasmissione Vieni da me ricordando l’incontro con il padre che non ha mai avuto e Caterina Balivo crolla in diretta.

Marco Carta piange davanti alle telecamere di Raiuno. Ospite della trasmissione “Vieni da me”, il cantante sardo ripercorre la sua infanzia e ricorda un ‘incontro con il padre che non ha mai avuto non trattenendo l’emozione. Nell’ascoltare il toccante racconto di Marco Carta, Caterina Balivo crolla in diretta lasciandosi andare alle lacrime.

Marco Carta piange in tv ricordando il padre: il crollo in diretta di Caterina Balivo

marco carta e caterina balivo piangono

Marco Carta torna indietro negli anni ricordando i genitori morti. Il cantante, infatti, ha perso sia la madre che il padre. Se della mamma parla spesso, così non è del padre. A Caterina Balivo, però, ricorda anche la figura paterna raccontando il giorno in cui attesa invano di poter incontrare il padre. “Non ho mai avuto un padre. Nonostante la mia famiglia lo dipingesse molto bene, io sentivo che mentivano pur di non farmi sentire diverso” – ricorda Marco Carta – “per paura di dipingerlo male, mi hanno sempre parlato bene di lui, ma sentivo che c’era una bugia bianca nel senso che lui non mi ha voluto conoscere. E’ morto quando avevo otto anni, ma in questo tempo non mi ha voluto incontrare”.

Per scoprire tutte le novità su Marco Carta, CLICCA QUI.

“La sua assenza ha provocato in me una forte ribellione durante l’adolescena e un sentimento negativo nei suoi confronti che mi ha portato ad ignorare la figura paterna perché mio padre è stato mio zio Carlo. Solo da due anni ho capito che, forse, anche lui, avrà avuto, sicuramente sbagliati, i suoi motivi” – racconta ancora il cantante – “una volta dovevo anche incontrarlo. Io l’ho aspettato per ore sulle scale di casa e lui non è mai arrivato. Mia nonna era riuscito a convincerlo ed io ero felicissimo. Ho aspettato per ore fino a quando mia madre mi ha richiamato per tornare in casa. Ho pianto tantissimo e, siccome non facevo freddo, mi sono nascosto nel caminetto. Forse volevo avere caldo, non lo so. Poi, però, quando è morto sono andato io a trovarlo al cimitero”, conclude Marco.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI