Home Salute e Benessere

Supposte vaginali alla marijuana per alleviare crampi e dolori mestruali

CONDIVIDI

Arrivano le supposte vaginali alla cannabis!

L’ultima frontiera contro i dolori del periodo mestruale sono le supposte vaginali alla cannabis. Progettate per essere inserite nella vagina come un assorbente interno, hanno conquistato il mercato statunitense.

Cannabis contro i dolori mastruali

Molte donne soffrono di dolori mestruali – o dismenorrea – caratterizzati dal muro muscolare del ventre che si contrae e preme contro i vasi sanguigni vicini. Questo interrompe l’apporto di sangue all’utero e causa dolore.

Per risolvere questo problema che attanaglia tantissime donne, l’azienda FORIA lancia le supposte vaginali alla cannabis, simili nella forma ai tamponi, forniscono  proprietà antidolorifiche.

Venduti in confezioni da quattro, ogni capsula FORIA Relief contiene 60 mg di THC e 10 mg di cannabidiolo, oltre al burro di cacao.

“La nostra intenzione è di condividere le potenti proprietà medicinali di questa pianta utilizzando le moderne tecniche di estrazione per standardizzare la purezza e la potenza, garantendo così un’esperienza sicura e accessibile per tutte le donne”, si legge sul sito web FORIA.

Il trattamento con la cannabis, che viene realizzato utilizzando piante coltivate all’aperto nella California settentrionale, interagisce con le terminazioni nervose attorno all’utero, alla cervice e alle ovaie e blocca anche i meccanismi che causano l’infiammazione.

Ma funziona? Stando alle recensioni sul sito web si, secondo alcune utilizzatrici: “Nel giro di 20 minuti, i miei crampi sono completamente scomparsi.” oppure “una supposta di Foria ha fatto il suo lavoro fino a sera”.

Foria è attualmente disponibile solo negli Stati Uniti dove la cannabis è legale, tra cui California e Colorado.

Il prodotto non è stato ancora valutato dalla Food and Drug Administration statunitense che regola i farmaci ed è responsabile della protezione della salute pubblica.

Per quanto riguarda le preoccupazioni sull’uso di tale prodotto, la Dr Helen Webberley, della Oxford Online Pharmacy, ha dichiarato all’Huffington Post che tutti i medicinali negli Stati Uniti devono essere approvati dalla FDA.

“Questa capsula non è stata ancora studiata e non è stata approvata dalla FDA. L’ipotesi comunque è che, come la cannabis può causare il rilassamento muscolare, anche questa supposta può aiutare ad alleviare i dolori tipici di questo periodo. ” aggiungendo comunque: “Sarei molto preoccupata per le donne che usano questo prodotto prima che sia stato pienamente valutato”.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Lauren, la modella vittima di una tragica doppia amputazione a causa di un assorbente

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI