Home Attualità

Capodoglio spiaggiato: aveva ingerito 6 kg di plastica

CONDIVIDI
Capodoglio sulla spiagge indonesiana (©Getty Images)

In Indonesia il tragico ritrovamento sull’arenile. All’interno dell’animale una brutta sorpresa per la salute del mare. Infatti sono stati ritrovati 115 bicchieri, 4 bottiglie, 25 sacchetti e due sandali infradito.

Non sono certo notizie che fanno onore all’essere umano, oggi ancora troppo disinteressato al rispetto dell’ambiente in cui abita. Nello stomaco di un capodoglio trovato morto su una spiaggia di Aceh sono stati rinvenuti quasi sei chili di plastica.

Lo ha comunicato questo martedì un funzionario del parco nazionale Wakatobi, sull’isola di Sulawesi, dopo il ritrovamento della sera precedente. Il cetaceo, lungo 9,5 metri, aveva al suo interno una massa di plastica composta da 115 bicchieri, quattro bottiglie, 25 sacchetti di nylon e persino due sandali infradito, oltre a centinaia di altri pezzi di plastica. Finora non è stato possibile determinare se “il decesso del capodoglio sia stato dovuta al materiale plastico o meno, dato lo stato di decomposizione della carcassa. Tuttavia quello che abbiamo visto è davvero qualcosa di spaventoso”, le parole di Dwi Suprati, coordinatrice locale del Wwf.

(©Getty Images)

Anche in Italia la plastica è un problema

In una recente ricerca a Coccia di Morto (Roma) e Feniglia (Grosseto), è emerso che sulle nostre spiaggi vi sono rifiuti composti da circa il 90% di plastiche. A livello di oggetti, abbiamo ub 20% di packaging alimentare e non alimentare, un 15% composto da oggetti sanitari e di igiene personale come cotton fioc, medicali, assorbenti, gabbiette WC e 50%  di varia provenienza, come mollette, giocattoli, lenti a contatto e penne.

Per conoscere tutte le notizie più curiose dall’Italia e dal mondo cliccate qui

Il precedente

Un episodio simile era avvenuto lo scorso giugno in Thailandia dove una balena era stata trovata morta con centinaia di sacchetti di plastica nello stomaco, per un totale 8 kg, come poi definito dall’autopsia.

Secondo la rivista Science, l’Indonesia è il Paese che dopo la Cina inquina di più gli oceani con rifiuti di plastica, si parla di 1,29 tonnellate, delle 3,2 milioni complessive prodotte.  Per questo le autorità di Giacarta stanno cercando di scoraggiare l’uso del polimero composto.