Home Salute e Benessere

I ginecologi avvertono le donne incinte di non consumare più il caffè

CONDIVIDI

Caffè, vantaggi e svantaggi, le ultime novità sul consumo del caffè riguardano l’assunzione durante la gravidanza.

Il caffè è una delle bevande più popolari al mondo. Tuttavia, non è solo una bevanda gustosa ed energizzante, può avere sia vantaggi che svantaggi. Ecco cosa hanno scoperto gli scienziati grazie a questo recente studio!

Caffè, causa del cancro?

Fonte: Istock

Lo stato della California, negli Stati Uniti ha istituito un elenco delle sostanze chimiche ritenute le possibili cause di cancro tra cui, l’acrilamide, che si viene a creare durante la tostatura chicchi di caffè.

I Bar californiani potrebbero presto essere costretti ad avvertire i loro clienti di un possibile rischio di cancro correlato al consumo di caffè.

Secondo una revisione della ricerca scientifica sul rapporto di questa sostanza con una varietà di tumori pubblicato nel Journal of Nutrition and Cancer nel 2014, la ricerca sull’esposizione umana all’ acrilamide ha ancora bisogno di ulteriori studi.

Uno studio dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, un ramo della Organizzazione Mondiale della Sanità ha rivelato che il consumo di bevande molto calde era potenzialmente cancerogeno per l’uomo a causa di ustioni dell’esofago, ma senza relazione con l’acrilammide.

In un ampio studio condotto da un team di scienziati finanziati dalla Direzione generale per la salute dei consumatori della Commissione europea e l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, i ricercatori hanno monitorato le abitudini di consumo di caffè di 521,330 persone in 10 Paesi europei.

I risultati pubblicati sulla rivista Annals of Internal Medicine, hanno mostrato che il consumo di caffè è stato associato al rischio di riduzione della mortalità per diverse cause e che questo rapporto non è cambiato da un paese all’altro.

Il caffè è in definitiva un bene per la tua salute?

Fonte: Istock

Attualmente, la scienza sta dimostrando in modo plateale che bere caffè è incredibilmente salutare, tuttavia con un’eccezione!

Un recente articolo sulla rivista scientifica Annual Review of Nutrition descrive una meta-analisi di 127 studi sugli effetti del caffè sulla salute umana. La meta-analisi, che è stata eseguita presso l’Università di Catania in Italia e senza finanziamenti da aziende produttrici di caffè, ha classificato gli studi randomizzati e gli studi osservazionali sulla base della loro metodologia e affidabilità, riunendo tutti i risultati in un “super studio”.

Questa meta-analisi ha trovato prove che il consumo di caffè è associato ad una diminuzione del rischio di molti tumori comuni, tra cui seno, del colon, dell’endometrio e della prostata, con una riduzione del rischio del 2 a 20 %, per tipo di cancro.

Il consumo di caffè è anche associato ad un ridotto rischio di malattie cardiovascolari del 5% e circa il 30% del diabete di tipo 2 e malattia di Parkinson, oltre a un tasso di mortalità più basso.

È stato scoperto che il caffè contiene antiossidanti naturali, molecole che riducono i radicali liberi che danneggiano le cellule e accelerano l’invecchiamento. Il caffè ripara anche il DNA, riducendo il rischio di cellule tumorali.

Il caffè è anche un antinfiammatorio naturale che fornisce una calma al corpo per non reagire eccessivamente allo stress. Infine, il caffè migliora l’efficienza degli enzimi che regolano il metabolismo di insulina e glucosio, e la lotta contro il diabete di Parkinson e di tipo 2.

Evitare di consumare il caffè in gravidanza

C’è un gruppo di persone che non dovrebbe consumare il caffè, le donne incinte. L’American College of Ostetrici e Ginecologi raccomanda alle donne incinte di limitare la loro assunzione di caffeina a meno di 200 milligrammi al giorno, pari a circa una tazza di caffè di 325 millilitri. Il motivo non è legato alla salute della donna incinta, ma al fatto che il caffè aumenta leggermente il rischio di aborto spontaneo.

La caffeina passa attraverso la placenta al bambino. Anche se il corpo della donna è in grado di metabolizzare la quantità di caffeina consumata, il bambino non può. Il corpo del bambino in via di sviluppo impiega molto più tempo per elaborare la caffeina. Di conseguenza, è esposto agli effetti della caffeina molto più a lungo di sua madre.

Qualsiasi quantità di caffeina può anche modificare i modelli di sonno del bambino o i normali movimenti nelle ultime fasi della gravidanza. Va anche ricordato che la caffeina è uno stimolante e può impedire alla donna incinta di dormire, così come al suo bambino.

La caffeina si trova non solo nel caffè ma anche nel tè, soda, cioccolato e anche alcuni farmaci da banco che alleviano il mal di testa.

Ti potrebbe interessare anche—->Bere il caffè al mattino tra le 8 e le 9 è un errore da non fare!

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI