Home Attualità

Nuova allerta meteo in Italia, dal nord al sud ecco le previsioni

CONDIVIDI

Nuova allerta maltempo in Veneto, Piemonte, Liguria. Danni anche in Puglia. A Taranto crolla parte di un acquedotto

allerta meteo italia

Se nella giornata di lunedì la situazione climatica del Bel Paese sembrava essersi stabilizzata, una nuova ondata di pioggia e vento ha ripreso a flagellare alcune zone della penisola. Dopo la tragedia dello scorso weekend in Sicilia, in Veneto, Piemonte e Liguria è ancora allarme e nel Lazio la Protezione Civile ha emanato l’allerta gialla per i temporali.

Torino a forte rischio

A preoccupare più di tutto è però la situazione del capoluogo piemontese. A causa del pericolo di piena del Po sono state chiuse per precauzione le attività socio ricreative e i percorsi ciclabili lungo il fiume tra corso Regina Margherita e Moncalieri. Agli abitanti è stato consigliato di mettere al sicuro gli oggetti e gli automezzi posti in seminterrati o ai piani terra.

(©Getty Images)

Non migliore è quanto si sta vivendo a Milano, con Seveso e Lambro attenzionati con allerta arancione per le forti piogge.

Le frane in Veneto

Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha emesso un nuovo bollettino anche in questo caso arancione. Sotto particolare osservazione rimangono tre importanti frane: quella del Tessina a Chies d’Alpago, della Busa del Cristo a Perarolo di Cadore, e del Rotolon nel comune di Recoaro.

Per frenare il pericolo di nuovi episodi due enormi massi di 20 metri cubi ciascuno, precipitati l’uno in un torrente e l’altro su una strada sono stati fatti brillare dai tecnici del Soccorso Alpino e speleologico gli specialisti del Soccorso alpino.

Criticità per le frane anche in provincia di Bergamo, dove la provinciale 27 della valle Serina resterà chiusa almeno fino a venerdì, e a Verbania, che presenta un’ interruzione della strada statale del lago Maggiore a seguito della caduta di massi nella zona dei castelli di Cannero.

Brividi al sud

(©Getty Images)

Sempre a causa del maltempo, in Puglia un tratto dell’acquedotto del Triglio, sulla strada provinciale Taranto-Statte, è crollato e i detriti hanno invaso la carreggiata. Il crollo ha anche interessato la parte centrale, in corrispondenza dello stabilimento Ilva.

Ancora scossa per quanto accaduto nel fine settimana, mercoledì la Sicilia terrà chiuse le scuole a Palermo per il razionamento dell’acqua dovuto all’intorbidimento delle acque degli invasi della provincia. Intanto a Casteldaccia, luogo del tragico incidente di questa domenica, si sono svolti i funerali della famiglia travolta dal fango e dall’acqua, mentre risultata tutt’ora dispero il pediatra Giuseppe Liotta.

Facendo la prima conta dei danni nel complesso, secondo Confagricoltura, si oltrepassano i 2 miliardi di euro.