Home Coppia

Proposta di matrimonio del partner, perchè sentiamo di dire NO

CONDIVIDI

Ho rifiutato la sua proposta di matrimonio…

Rifiutare una proposta di matrimonio potrebbe rappresentare un peccato imperdonabile per una donna. Questa è la testimonianza di una donna che ha cercato di ripercorrere i suoi sentimenti e spiegare cosa potrebbe spingere una donna a rifiutare una tale proposta al di là dell’amore.

Mi ha chiesto di sposarlo, lo amavo ma ho detto NO

Avevo raggiunto un certo traguardo, era il mio 25esimo compleanno. Tutto era come doveva essere, avevo un lavoro ben pagato, una famiglia amorevole e un fidanzato fisso da molto tempo. Cos’altro potevo chiedere dalla vita?

Avevo programmato una festa fantastica per il mio compleanno, una cena romantica con il mio ragazzo Avinash e poi una mega festa alla vigilia del mio compleanno con tutti i miei amici e la mia famiglia. Ma ahimè! Non era destinata ad essere una festa fantastica.

Avinash aveva programmato una cena deliziosa per me in un ristorante lussuoso, anche lui aveva deciso di rendere il mio 25 esimo compleanno davvero fantastico.

Siamo arrivati ​​all’hotel in grande stile, tutti e due eravamo elegantissimi e dopo essere arrivati in hotel, il gestore del ristorante ci ha guidato al tavolo migliore del ristorante. Appena ci siamo seduti, ho notato l’assenza di menu. Stavo per chiedere al cameriere di portare i menu quando Avinash mi ha fermato. “È un menu pre-deciso, tranquilla ci saranno tutti i tuoi piatti preferiti,” disse con un sorriso furbo. “Devo essere la regina del mondo!”, aggiunsi con un ampio sorriso. Questa cena si stava rivelando migliore del previsto.

Nel corso della cena, abbiamo parlato delle nostre vite e ripercorso i nostri trascorsi. Avinash era uno sviluppatore di software e il lavoro era una parte importante della sua vita. Per me andava bene perché mi piaceva avere i miei  spazi. Cene e appuntamenti come quelli di questasera poi ci hanno dato la possibilità di fare una pausa sui nostri pazzi orari lavorativi ed apprezzare il tempo trascorso insieme.

Era una bella, tiepida sera di febbraio, il vino e il cibo mi avevano inebriata. Volevo finire la cena e fare un paio di foto davanti alla fontana fantasia fuori dal ristorante. “Prendiamo prima il dessert”, disse Avinash. “Ma mi aspetta un’intera settimana di torte, saltiamo oggi” risposi. Poiché la mia settimana di compleanno doveva essere documentata sul mio profilo di Instagram avevo bisogno di foto.

Prima che potessi aggiungere altro, il cameriere si avvicinò al nostro tavolo con una fetta di torta “Banana Chocolate”. Mentre stava posando il piatto sul nostro tavolo, vidi Avinash estrarre un piccolo pacchetto dalla tasca e inginocchiarsi davanti a me.

Se vuoi essere sempre informato su tutte le novità in fatto di Coppia CLICCA QUI .

Era come se fossi stata buttata fuori dal mio corpo, non capivo più nulla, sono abbastanza sicura di non aver sentito nulla di ciò che Avinash dicesse. Potevo sentire il mio cuore, che batteva forte nelle orecchie. “Non sta succedendo davvero” mormorai. Ho chiesto ad Avinash di alzarsi in piedi. L’ho abbracciato, sorridendo debolmente. Mi ci è voluto un pò ma gli ho detto che non ero pronta per questo. L’ha presa alla leggera, dicendomi che era tutto a posto e che nulla sarebbe cambiato dopo il matrimonio.

Il ritorno a casa era confuso, non avevo idea di come fossi arrivata a casa. Non appena sono entrata in casa ho detto a mia madre tutto quello che è successo. Mi ha chiesto perché avessi detto no alla proposta. Le ho detto che non ne avevo idea. Mi ha chiesto di identificare le mie paure e solo allora di prendere una decisione. L’intera notte, mi sono girata e girata, e finalmente ho avuto la mia risposta. Ho chiamato Avinash e gli ho detto che anche se lo amavo teneramente, non lo avrei sposato. Il matrimonio, per me, era un contratto sociale che non garantiva la felicità. Ero più a mio agio ad essere la sua partner live-in.

Avendo avuto una mamma single, crescendo, non avevo nessun modello di matrimonio da ammirare. Quello che ho vissuto è stato un genitore single felice, soddisfatto e capace che non ha fatto mancare nulla. Ho avuto una vita completa e appagante, e ho avuto accanto tutte le persone con cui avevo bisogno di condividerla. Ho detto ad Avinash come mi sentivo e, gradualmente, anche lui l’ha accettato.

Non era un’impresa da poco convincere il mondo e specialmente la cosiddetta società, che stavo facendo ciò che era meglio per me. Per fortuna, un anno dopo, il polverone si è finalmente dissolto.

Ciò è accaduto non perché io avessi qualcosa contro il matrimonio o pensassi che sia un’istituzione obsoleta. Ho solo sentito il bisogno di costruire una relazione al di fuori del contesto sociale del matrimonio. Nel mio compagno di vita, ho trovato qualcuno che era abbastanza coraggioso da farlo con me.

Oggi, Avinash e io viviamo insieme, condividiamo pasti, conti bancari e anche l’infezione da raffreddore! Quindi sì, condividiamo una vita insieme ma non siamo sposati. Ho detto no alla sua proposta di matrimonio ma non a lui.

Fonte: Stylecrazy.com

Ti potrebbe interessare anche—->>>A 3 anni disse a tutti che l’avrebbe sposata, vent’anni dopo l’ha fatto: la storia d’amore incredibile di Matt e Laura

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI