Home Attualità

Vieni da me: Lino Guanciale si racconta tra passioni e paure

CONDIVIDI

L’attore Lino Guanciale, ospite a Vieni da me, si confessa a Caterina Balivo

Nella puntata di Vieni da me andata in onda oggi, 24 ottobre, Caterina Balivo ha intervistato l’attore Lino Guanciale, protagonista di una delle fiction di maggior successo degli ultimi tempi, L’Allieva.

Oggi è un attore di successo, ma la sua carriera è stato un sogno inseguito e costruito con sacrificio, impegno e dedizione: lasciato il suo paese d’origine, Mezzano, e la sua famiglia, Lino Guanciale si è iscritto all’Accademia per muovere i suoi primi passi da attore.

Leggi anche >>> Vinicio Marchioni torna sui libri: la mia guerra è contro l’ignoranza

Nella sua carriera, Guanciale ha lavorato con alcuni dei protagonisti più importanti del cinema e del teatro italiano, come Stefania Sandrelli e Luca Ronconi, per non parlare del debutto con il grandissimo Gigi Proietti.

Attore talentuoso e affascinante, Lino Guanciale conquista giorno dopo giorno il consenso di un pubblico sempre più numeroso, senza dimenticare mai le sue origini, le passioni e le paure che lo accompagnano ogni giorno.

Intervistato da Caterina Balivo, Lino Guanciale ha aperto la sua cassettiera dei ricordi partendo proprio dagli aneddoti sulla sua decisione di studiare recitazione. Una decisione presa relativamente tardi, e che gli è costata anche delle rinunce importanti: “Fino alla maturità tutti mi avevano convinto che avrei dovuto fare il medico. Mio padre è medico e voleva che lo diventassi anch’io. Avrei ereditato volentieri il suo mestiere”, racconta Guanciale.

“Mio padre mi ha insultato senza farmi finire di parlare”

Fonte: Instagram @lino_guanciale_official

All’ultimo anno delle superiori, però, l’attore inizia a studiare recitazione e nasce una passione molto grande: “Nel frattempo ho anche fatto la prova d’ingresso di medicina a Roma e mi presero, ma ho rinunciato. Non vi dico la reazione di mio padre. Papà Clelio non mi ha nemmeno lasciato finire di parlare, mi ha insultato per due ore”.

Oggi, però, i genitori sono molto fieri di Lino, che ha un bellissimo rapporto anche con suo fratello Giorgio: “Mio fratello si è sposato due anni fa, dopo una lunga conoscenza con Francesca. Hanno un rapporto bellissimo. Sono diventato zio di un bellissimo bambino che si chiama Paolo Clelio. Purtroppo riesco a vederli poco a causa del mio lavoro”, ha confessato Guanciale alla Balivo, “Abbiamo un forte legame. Una delle cose più belle è stato quello di chiedermi di fargli da testimone. Non parliamo tanto, ma ci siamo sempre l’uno per l’altro“.

La grande passione di Lino Guanciale e l’amore della sua famiglia non sono bastati a evitare all’attore di attraversare momenti bui, fatti di difficoltà e paure: “Chi fa l’attore lo sa. Fare questo mestiere è molto complicato. Nei miei primi anni, nonostante lavorassi tanto a teatro pensavo spesso cosa avrei fatto nel futuro”.

Leggi anche >>> Commissario Montalbano: dove è girata la fiction di Rai1

E in quei momenti, ha avuto spesso la tentazione di mollare tutto: “E’ capitato che ho pensato di mollare. Mi ricordo una volta, ero a Torino, facevo teatro lì e lavoravo bene. C’era la finale di Champions del Milan e ricordo l’euforia. Io piangevo invece. Mi trovavo in un posto un po’ scarno e pensavo appunto se il lavoro di attore sarebbe stato quello che avrei fatto per tutta la vita. Succede a tutti di pensarci. Per fortuna non ho smesso di crederci e sto lavorando tanto”.

Da domani sera, Lino Guanciale sarà in onda su Rai Uno con la fiction “L’Allieva”, assieme all’amica e collega Alessia Mastronardi: “Alessandra è una ragazza strepitosa. L’intesa tra me e lei è scattata subito sul set”. Siamo curiosi di vederli insieme sul teleschermo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI