Home Attualità

Disturba la lezione, il professore lo riprende, lui gli sferra un pugno

CONDIVIDI
scuola
iStock photo

Professore preso a pugni da un suo alunno tredicenne che ha reagito con violenza ai ripetuti rimproveri del docente.

Una scandalosa violenza torna a infangare la scuola italiana direttamente da Treviglio, paese della provincia di Bergamo, per la precisione dalla scuola media Cameroni.

Qui un alunno di appena tredici anni ha mandato un professore all’ospedale, reo quest’ultimo di vero rimproverato più volte a causa della sua troppo causa disciplina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Licenziata insegnante di scuola elementare: scriveva scuola con la “q”

Tredicenne prende a pugni professore

scuola
iStock photo

I fatti in questione si sono verificati la scorsa settimana, come racconta il giornale di Treviglio: durante una lezione di educazione artistica l’insegnante, arrivato solo durante quest’anno scolastico nella scuola, ha più volte chiesto all’alunno di smetterla di disturbare poiché la sua condotta impediva il normale svolgimento della lezione.

Pe l’ennesimo richiamo il professore ha deciso di avvicinarsi personalmente allo studente che ha subito però perso le staffe. Il tredicenne è scattato in piedi e ha iniziato a prendere a schiaffi e pugni il professore, spaventando non solo quest’ultimo ma l’intera classe che è uscita dall’aula per chiedere aiuto. A intervenire è stato un collega del docente che ha cercato di calmare l’iracondo tredicenne.

Il professore malcapitato è stato così condotto in ospedale, mentre la dirigenza scolastica ha preso provvedimenti sospendendo l’alunno e cercando anche di comprendere quali dinamiche potevano aver condotto a questo eccesso di violenza, così che i fatti non si potessero ripetere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Professore di Lucca bullizzato dagli studenti: spunta un altro video

Al Paese però viene da chiedersi come evitare che in generale simili episodi torni a dover esser narrati: come riportare calma, dialogo e ordine nelle scuole? Come crescere studenti che non erano a simili ire? La domanda dopo questo ennesimo episodio, che segue i precedenti fatti di Lucca e Alessandria, appare più che lecita.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI