Home Attualità

Il dramma di Sandokan: Kabir Bedi, mio figlio mi disse che voleva suicidarsi

CONDIVIDI

In una lunga intervista a Storie Italiane, Kabir Bedi, l’indimenticabile volto di Sandokan, racconta per la prima volta il dramma di suo figlio.

Kabir Bedi, attore famosissimo in Italia per aver prestato il proprio volto al mitico Sandokan, è stato ospite di Eleonora Daniele a “Storie Italiane” e ha raccontato per la prima volta l’episodio più drammatico della sua vita.

Ci riferiamo al terribile suicidio di suo figlio Siddarth, che si è ucciso a soli 26 anni nel 1997: il ragazzo era affetto da schizofrenia. “Il dolore non passerà mai”, ha detto l’attore tra le lacrime, “per due anni abbiamo provato a curarlo, poi c’è stato un episodio di violenza e i medici hanno diagnosticato la schizofrenia“.

Leggi anche >>> Grande Fratello Vip: dramma in diretta per Francesco Monte

La malattia è stata un colpo tanto inaspettato quanto doloroso per il ragazzo e per l’intera famiglia: Kabir Bedi ha spiegato che non si sa quali siano le cause e non esisteva una cura. “Gli hanno dato delle pillole, come se gli avessero dato delle pillole per dormire”.

La confessione di Kabir Bedi: mio figlio ne aveva parlato con me

Fonte: Getty Images

Ben presto, racconta l’attore di origini indiane, il giovane ha iniziato a soffrire moltissimo per il male che l’aveva colpito: non riusciva a concentrarsi, a leggere, a studiare. I farmaci all’epoca non funzionavano ancora bene.

Siddarth si era confidato apertamente con il padre Kabir: “Lui ha parlato con me del suicidio, mi diceva: cosa faccio tutto il giorno?”, racconta l’attore tra le lacrime. “Ho chiamato la squadra di prevenzione suicidio a Los Angeles, dove era in cura, ma lui non voleva vivere in quel modo” confessa Bedi, ancora visibilmente commosso al ricordo di quei momenti drammatici.

Ciò nonostante, Kabir Bedi è fermamente convinto di aver fatto tutto il possibile, e con lui il resto della sua famiglia. Il dolore però resta immenso: “Le famiglie degli schizofrenici soffrono di più, amano una persona che non è più la stessa, che è cambiata”, spiega tristemente l’attore.

Leggi anche >>> “Umiliazioni e grandi sofferenze” il grande dolore di Mara Venier

Kabir Bedi si trova attualmente in Italia con una delegazione cinematografica indiana, invitata in Italia a vedere le bellezze della Basilicata: “Abbiamo trovato posti incredibili, Matera per esempio. Tantissimi posti che ti tolgono il respiro, l’accoglienza del popolo è stata incredibili. L’Italia è bella, è sempre bella”.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI