Home Attualità

Vinicio Marchioni torna sui libri: la mia guerra è contro l’ignoranza

CONDIVIDI

L’attore Vinicio Marchioni, noto come il “Freddo” di Romanzo Criminale, torna a studiare a 43 anni.

Vinicio Marchioni, a 43 anni e con due figli, ha preso una decisione coraggiosa: l’attore, che ha interpretato il “Freddo” nella serie Romanzo Criminale, ha scelto di iscriversi nuovamente all’Università. Lo aveva già fatto nel 2000, dopo aver conseguito il diploma alla Libera Accademia dello Spettacolo di Roma, ma tra la carriera e i figli non era mai riuscito a conseguire la tanto agognata laurea.

All’epoca, subito dopo la maturità, l’attore romano si era iscritto alla Facoltà di Lettere (indirizzo Spettacolo) dell’Università La Sapienza, per seguire una delle sue grandi passioni: quella per la scrittura.

Leggi anche >>> Chiara Ferragni sospesa all’Università: copiava agli esami

Oggi, quasi vent’anni dopo, Marchioni ci riprova: come è possibile vedere dalla fotografia del libretto universitario pubblicata sul suo profilo Instagram, si è iscritto alla facoltà di Lettere e Filosofia (Indirizzo Beni Culturali archeologici, artistici, musicali e dello spettacolo) dell’Università romana di Tor Vergata.

Una scelta, quella di Vinicio Marchioni, decisamente poco usuale: un attore teatrale (e non solo) di successo, con una carriera in crescita, che decide di togliere tempo ed energia alla propria professione per dedicarsi agli studi.

Vinicio Marchioni torna all’Università: ecco i motivi

vinicio marchioni
Fonte: Instagram @vinicio_marchioni

In un lungo post pubblicato sul suo profilo Instagram, Marchioni ha spiegato le motivazioni alla base della sua decisione: “L’unica guerra che riconosco è quella contro l’ignoranza di questo paese“, scrive l’attore, che prosegue sostenendo che non è assolutamente vero che le lauree sono inutili.

“Inutile è la violenza, inutile è la chiusura, inutile è un’esistenza senza domande. Chi vuole si tenga le proprie certezze (che poi magari fossero davvero frutto di un pensiero personale), io so di non sapere. E quindi studio“. Si legge nel commento al post di Marchioni, diventato virale nel giro di poche ore.

Leggi anche >>> Come mi vesto per un colloquio di lavoro? I capi da scegliere per fare colpo

Che prosegue spiegando ai followers perché ha scelto proprio quella facoltà: “Studio nel mio settore, perché sono un professionista che lavora ai massimi livelli, nazionali ed internazionali, e quindi devo perfezionare la mia ricerca, i miei strumenti, le mie conoscenze in merito al mio mestiere. Si chiama specializzazione, negli altri paesi la rispettano, la pagano, la pretendono”.

Per poi chiudere con una riflessione dal sapore dolce e amaro: “Qui sembra che tutti possono fare tutto e niente ha più valore, in tutti i settori. Ecco, a sta cosa io non ci credo. Ma forse è anche per via dell’età”.
In bocca al lupo Vinicio, “-42 crediti alla laurea”!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

L’unica guerra che riconosco è quella contro l’ignoranza di questo paese. E la combatto anche così. In culo a chi ci ha voluto fare credere negli anni che le lauree sono inutili. Inutile è la violenza, inutile è la chiusura, inutile è un’esistenza senza domande. Chi vuole si tenga le proprie certezze (che poi magari fossero davvero frutto di un pensiero personale), io so di non sapere. E quindi studio. E studio nel mio settore, perché sono un professionista che lavora ai massimi livelli, nazionali ed internazionali, e quindi devo perfezionare la mia ricerca, i miei strumenti, le mie conoscenze in merito al mio mestiere. Si chiama specializzazione, negli altri paesi la rispettano, la pagano, la pretendono. Qui sembra che tutti possono fare tutto e niente ha più valore, in tutti i settori. Ecco, a sta cosa io non ci credo. Ma forse è anche per via dell’età. -42 crediti alla Laurea.

Un post condiviso da Vinicio Marchioni (@vinicio_marchioni) in data:

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI