Home Dieta e Alimentazione

Costantino Della Gherardesca: ecco come ha perso 25 kg

CONDIVIDI

Tutto sulla dieta di Costantino Della Gherardesca che è riuscito a perdere 25 kg.

Chi conosce Costantino della Gherardesca avrà notato come negli ultimi tempi si sia mostrato molto più in forma rispetto al passato. Il conduttore di Pechino Express ha infatti perso ben 25 kg.
Il motivo è nato dalla necessità di prendersi cura di se per via di un’apnea notturna che lo ha poi portato a rivedere il proprio modo di alimentarsi.
Così Costantino ha scoperto la dieta low carb, uno stile alimentare che può essere seguito sia per dimagrire che per mantenere il peso con l’opzione di inserire qualcosa in più nel secondo caso.
Ma di cosa si tratta esattamente?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Jessica Alba e il segreto della sua dieta vincente

Scopriamo i segreti della dieta low carb di Costantino Della Gherardesca

Fonte: Instagram

La dieta low carb, come il nome stesso indica, si basa sul consumo di pochi carboidrati raffinati. In pratica si escludono quasi del tutto i dolci, gli alcolici e le bibite zuccherate, limitando al massimo anche pasta, pane e cereali raffinati.
Nello specifico, Della Gherardesca ha seguito questi principi, rendendo più pulita la sua dieta dove ovviamente oltre alle proteine ci sono cereali integrali, legumi, verdure, frutta e grassi buoni. Per gli spuntini si concede ogni tanto un bicchiere di latte o un cappuccino o, in alternativa, delle bevande proteiche. Poi, come in ogni dieta che si rispetti cerca di bere sempre almeno due litri d’acqua al giorno, indispensabili per mantenersi idratati e per depurare l’organismo.
Anche ora che ha perso peso e punta solo a mantenersi, Costantino preferisce mantenere le linee guida apprese durante il periodo di dieta, motivo per cui si concede un solo alcolico a settimana.
Inoltre, come lui stesso ha ammesso, per mantenersi in forma, tende a pesarsi tutti i giorni in modo da aver sempre un’idea di come stanno andando le cose e di poter prendere provvedimenti in tempo.
Ma cerchiamo di capire quali sono nello specifico gli alimenti che hanno il via libera per la dieta low carb.

Alimenti consentiti

  • Carni bianche e rosse, queste ultime però vanno consumate con moderazione
  • Pesce, possibilmente non di allevamento e non in scatola a meno che non sia al naturale
  • Uova, se si abbonda meglio optare per quelle bio e consumare anche albumi da soli
  • Proteine vegetali come tofu, seitan o tempeh. Per le versioni elaborate, controllare sempre le etichette per verificare gli ingredienti
  • Latte, yogurt e latte di kefir, ovviamente senza zuccheri aggiunti
  • Formaggi, facendo attenzione a non eccedere sempre e solo con quelli grassi
  • Verdure, sia cotte che crude
  • Cereali integrali, da assumere con moderazione
  • Frutta di ogni tipo con limitazione per le banane
    Frutta secca
    Grassi buoni come quelli derivanti dall’olio extra vergine d’oliva
  • Sale con moderazione, spezie e aceto di riso, di mele e di vino bianco
    Acqua, bevande senza zucchero, caffè, tè, tisane

Terminato il mantenimento o in caso di una perdita di peso piuttosto lunga (da fare sempre e solo seguiti con un nutrizionista) è possibile inserire legumi, patate e saltuariamente del cioccolato fondente al 70% . Inoltre possono essere reintegrati vino o alcolici da assumere però una o due volte a settimana. I cereali integrali possono essere consumati in misura maggiore.

Alimenti vietati

  • Zucchero e dolcificanti di ogni tipo
    Bevande zuccherate e alcolici
  • Cereali raffinati
  • Prodotti confezionati o troppo elaborati
  • Patate e altre verdure ricche di amidi, a meno di non essere in mantenimento

Come si può notare, quindi, la dieta low carb è decisamente meno restrittiva di quanto non si pensi e se ideata in modo equilibrato consente di saziarsi e di mangiare con gusto, perdendo peso senza troppi problemi.

Menu giornaliero d’esempio

iStock Photo

Vediamo insieme qualche esempio di menu per una dieta low carb che, per essere precisi non è quella seguita da Costantino ma una linea guida per capire cosa si mangia all’interno di un regime di questo tipo.

Colazione

  • Un caffè nero senza zucchero e un omelette realizzata con un uovo e due albumi
  • Una tazza di tè verde senza zucchero, un frutto e una manciata di frutta secca
  • Un bicchiere di latte (anche di tipo vegetale purché senza zucchero) e 30 grammi di cereali integrali senza zucchero
  • Uno yogurt greco senza zucchero e mezza mela con aggiunta di cannella
  • Un frutto e una manciata di frutta secca

Spuntino

  • Un succo d’arancia senza zucchero
  • Un frutto di stagione
  • Un uovo sodo
  • Uno yogurt magro senza zucchero
  • Un bicchiere di latte

Pranzo

  • Insalata mista con petto di pollo, cipolle e pomodorini da condire con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
  • 60 grammi di riso Venere con zucchine e gamberetti
  • Una porzione di sashimi da accompagnare a qualche piccolo maki
  • Una porzione di tofu alla piastra con spadellata di peperoni, zucchine e melanzane condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
  • Pollo al curry da abbinare a 30 grammi di riso nero

Merenda

  • Una piccola macedonia di frutta senza zucchero
  • Un bicchiere di latte di kefir senza zucchero
  • Un tè verde senza zucchero con due fette biscottate integrali
  • Uno yogurt magro
  • Una manciata di frutta secca

Cena

  • Una porzione di formaggio magro con verdure grigliate e condite con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
  • Omelette da realizzare con un uovo, due albumi e spinaci da accompagnare ad un’insalata mista condita con un cucchiaino di olio extra vergine
  • Una porzione di salmone con spadellata di verdure condite con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
  • 50 grammi di quinoa con zucca, radiccio e cipolle da condire con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
  • Carne alla griglia con verdure grigliate e condite con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

Indicazioni per seguire al meglio la dieta

A meno di non essere in fase di mantenimento è necessario prestare attenzione al consumo dei grassi. Mangiare frutta secca e formaggi senza controllo può infatti portare ad un arrestarsi del dimagrimento.
L’acqua è più che mai indispensabile ed è consigliabile berne almeno due litri al giorno.
Il sale va consumato con moderazione.
Bisogna cercare di consumare in modo consapevole e bilanciato senza precludersi determinati alimenti.
Lo sport è come sempre consigliato, anche in versione leggera come con una camminata o due o tre corse settimanali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Pamela Prati: vi svelo la mia dieta segreta

Pro e contro della dieta low carb

iStock Photo

Questo tipo di alimentazione, se seguito in modo corretto può aiutare a perdere peso e a sentirsi anche in forma. Tuttavia il rischio che si corre è quello di commettere degli errori che possono portare a situazioni anche gravi come problemi intestinali o affaticamento renale.
Per questo motivo è indispensabile rivolgersi ad un nutrizionista in grado di stilare un piano alimentare il più possibile adatto alle personali esigenze e allo stile di vita. Ancor prima, però, è necessario sentire il parere del proprio medico curante per capire se si può affrontare un simile regime alimentare.
Persone con determinate patologie in atto, devono ovviamente evitare questo o altri regimi alimentari che potrebbero portare a peggiorare le proprie condizioni di salute e sentire, prima di tutto, il medico con il quale sono in cura.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI