Home Attualità “I figli ti invecchiano”, Mastandrea racconta la vita da genitori

“I figli ti invecchiano”, Mastandrea racconta la vita da genitori

CONDIVIDI

Una grande prova da attore per Valerio Mastandrea, che ha presentato un monologo comico sulla genitorialità e il rapporto con i figli a “E poi c’è Cattelan”.

Un monologo della durata di cinque minuti che è diventato virale sui social in poche ore: a riuscire nell’impresa è stato l’attore romano Valerio Mastandrea, che ha interpretato in maniera magistrale un vero e proprio spaccato della vita quotidiana delle famiglie italiane, rappresentando in chiave comica cosa voglia dire diventare mamma e papà e interfacciarsi con i figli.

I figli ti invecchiano perché passi le giornate curvo su di loro e la tua colonna vertebrale assume quella postura, perché parli lentamente affinché ti capiscano e quindi sembri rallentato, perché ti trasmettono malattie che il loro sistema immunitario sconfigge in pochi giorni e il tuo in settimane, perché ti tolgono il sonno per sempre”: è così che inizia il monologo recitato dall’attore romano, tra i candidati agli ultimi David di Donatello, ospite del programma “E poi c’è Cattelan”.

Cinque minuti di risate e lacrime, a rappresentare con grande ironia e senza falsa retorica le gioie e i dolori dell’essere genitori: Valerio Mastandrea racconta senza peli sulla lingua che cosa accade in una casa, in una coppia quando arriva un figlio.

Leggi anche >>> Stefano Cucchi: la vita oltre il film e la storia che tutti conosciamo

Cosa succede quando arriva un bebè: il monologo di Mastandrea

(Photo by Elisabetta Villa/Getty Images)

L’arrivo di un bebè è ciò che ci fa diventare improvvisamente assonnati, curvi, lenti e acciacati: da un momento all’altro, dice Mastandrea, “sei della terza età”. Ed ecco che finiscono per sempre cose come “la stagione degli aperitivi, le feste e possibilità che ti sembravano il senso stesso della vita”.

Ma soprattutto, prosegue l’attore romano strappandoci ancora un sorriso, i figli ti entrano nella mente in maniera irreversibile: “se sei con loro ti soffocano, se non ci sono ti mancano”.

E non dimentichiamo di quanto i figli riescano a incidere sul rapporto di coppia: comportano la nascita di problemi, litigi (come quelli su chi deve fare la spesa), la voglia di uscire di casa per scappare da quella trappola a un punto tale che… “Valuti dalla finestra del bagno se fare un salto nel vuoto”!

Una vera e propria fotografia, piena di ironia e verità, di come cambia la vita con l’arrivo dei figli: un monologo in cui tutti i genitori non possono far altro che riconoscersi, e che per questo è stato condiviso da così tante persone.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI