Home Dieta e Alimentazione

Dieta delle fibre: perdi peso mantenendoti in forma

CONDIVIDI

Tutto sulla dieta delle fibre, ideata per perdere peso facendo bene al proprio organismo.

L’autunno è il periodo perfetto per iniziare una dieta volta non solo a perdere peso ma anche a portare un po’ di equilibrio al proprio organismo. Dopo i vizi dell’estate e con gli scompensi dati dal cambio di stagione, un’alimentazione sana in questo momento dell’anno è infatti l’ideale. Per questo motivo, dopo aver visto la dieta del salmone e quella mima digiuno, oggi affronteremo insieme la dieta delle fibre, ideale per chi ha bisogno di regolare l’intestino apportando al contempo le vitamine di frutta e verdura. Una dieta che promette di far bene e di aiutare anche a perdere peso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> La dieta del buon umore

Dieta delle fibre, menu e indicazioni per seguire al meglio la dieta

frutta e verdura combattono depressioneLe fibre si trovano in frutta, verdura e in cereali di tipo integrali e hanno un valore molto importante per l’organismo. La loro presenza all’interno dei vari pasti, garantisce infatti un minor innalzamento della glicemia, un raggiungimento più rapido del livello di sazietà ed un miglioramento del transito intestinale. Per star bene, però, anche le fibre vanno consumate con criterio e senza esagerare, altrimenti si potrebbe andare incontro a gonfiori o problemi di altro tipo. Al fine di capire come regolarsi, di seguito inseriremo alcuni esempi di pasti da seguire.

Colazione

  • Una tazza di latte parzialmente scremato (anche di tipo vegetale, purché senza zucchero) e 30 grammi di cereali integrali e ricchi in fibre
  • Un tè verde senza zucchero e un piccolo panino integrale con un cucchiaino di miele
  • Un bicchiere di latte di kefir senza zucchero e due fette biscottate integrali con un cucchiaino di marmellata senza zucchero
  • Uno yogurt greco al naturale e senza zucchero con tre o 4 prugne
  • Una fetta di pane integrale tostato con un quarto di avocado

Spuntino

  • Un piccolo frutto di stagione
  • Uno yogurt magro senza zucchero
  • Due o tre prugne
  • Una fetta biscottata integrale con un cucchiaino di miele
  • Un piccolo panino integrale con 30 grammi di prosciutto magro

Pranzo

  • 80 grami di riso integrale con tonno al naturale, condito con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
  • Zuppa di lenticchie con 30 grammi di orzo, da condire con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
  • Un piatto colmo di broccoli cotti al vapore e conditi con un limone e un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva, da accompagnare con 40 grammi di pane integrale
  • 70 grammi di spaghetti integrali con pomodoro e 20 grammi di parmigiano, da condire con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva e da accompagnare con una piccola insalata mista
  • Insalata di pollo con cipolle e crostini di pane integrale da condire con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

Merenda

  • Un uovo sodo
  • Due fette biscottate con un cucchiaino di marmellata di prugne senza zucchero
  • Un frutto di stagione
  • Un tè verde senza zucchero e due gallette di riso integrali
  • Un bicchiere di latte di kefir

Cena

  • Una porzione di pesce spada alla griglia con contorno di zucchine e melanzane saltate in padella con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
  • Una porzione di formaggio magro e verdure alla griglia condite con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
  • Passato di verdure condito con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva e una porzione di pollo alla piastra
  • Un piatto di legumi conditi con olio extra vergine d’oliva e una porzione di tonno al naturale da accompagnare con 30 grammi di pane integrale
  • Un’omelette di cipolle realizzata con un uovo intero e due albumi e da accompagnare con una porzione di spinaci conditi con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

Indicazioni per seguire al meglio la dieta

Questo tipo di dieta può essere considerato abbastanza libero, ciò nonostante è sempre consigliato evitare bevande alcoliche o zuccherate.
Se si ha fame tra un pasto e l’altro, è possibile mangiare della verdura cruda come finocchi, cavolo cappuccio o altre verdure di proprio gradimento.
Se il pranzo non è sufficiente si può consumare un’insalata aggiuntiva con verdure miste e finocchi, usando come condimenti aceto di mele e succo di limone.
L’uso del sale andrebbe moderato e sostituito con le spezie.
Consumando più fibre, anche l’introito giornaliero di acqua naturale dovrebbe aumentare e non essere mai al di sotto dei due litri.
Lo sport è, come sempre, più che consigliato. Chi è solito praticarlo potrà continuare come sempre. Chi è alle prime armi, invece, potrà iniziare con alcune camminate veloci per poi incrementare con la corsa o con delle sessioni di peso o attività da praticare in palestra.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Scoperta la dieta che fa bene al cuore

Pro e contro della dieta delle fibre

Fonte: Istock

Questa dieta nasce con l’intento di aiutare ad incrementare il consumo di fibre nell’arco della giornata. I pasti si presentano abbastanza bilanciati e adatti per perdere peso senza però affamarsi. Per questo motivo è possibile seguirla per circa due settimane, oltre le quali è preferibile non andare.
Il consumo di fibre, però, in determinati casi può essere difficile da iniziare o sconsigliato se sono presenti determinate patologie. Per questo motivo, prima di iniziarla è consigliabile chiedere un parere al proprio medico curante.
Come sempre, se si desidera perdere peso, l’alternativa migliore è quella di rivolgersi ad un nutrizionista che possa redigere un meno studiato sulla persona ed in grado di soddisfarne gli obiettivi, i gusti personali e lo stile di vita.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI