Home Attualità

Siti di incontri, lei gli da buca, lui si vendica sulla chat erotica!

CONDIVIDI
iStock Photo

Spasimante in una chat d’incontri, gioca un brutto tiro ad una saronnese trentenne solo perchè lei gli aveva dato buca al primo appuntamento.

Chat ed incontri giocano un ruolo sempre più predominante in un contesto come quello odierno in cui la tecnologia la fa da padrone. Uscire con le amiche con la speranza d’ incontrare l’uomo giusto è ormai questione superata, oggi si può  conoscere un’infinità di uomi stando sedute a casa propria, struccate e col pigiamone, non importa, tanto è la tastiera ad essere protagonista indiscussa oltre alle foto in cui eravamo al top. E dopo fiumi di parole e tanta sintonia, arriva il giorno del fatidico appuntamento, ma ci si può davvero fidare delle chat?

La risposta per questa trentenne milanese è indubbia: NO che non si  può!

Saronno, vendetta sulla chat erotica

Ad una trentenne di Saronno, l’uomo incontrato in chat, che credeva coetaneo ma che in realtà aveva 20 anni più di lei, ha giocato un brutto tiro.

Come racconta il sito prealpina.it, la donna un pò diffidente e un pò timorosa a causa di appuntamenti precedenti non andati come sperato, il giorno del fatidico primo appuntamento si è tirata indietro e ha dato buca al suo spasimante della chat.

Colpo di scena, lui si vendica sulla chat erotica!

La donna convinta di aver difronte un uomo interessante, si era spinta al punto di dargli il suo numero di telefono, un’ errore che le costò molto caro.

Arrabbiato con la donna per non essersi presentata al loro primo appuntamento, lo spasimante pianifica la sua vendetta.

In una delle tante bacheche di annunci online disponibili,  l’uomo scrive un annuncio poco equivoco in cui una fantomatica Francesca «discreta, seria e sensuale era interessata a conoscere uomini di non più di 40 anni». L’uomo ha poi abbinato al messaggio il numero della trentenne e questo è bastato a scatenare una tempesta di messaggi poco aggraziati del tipo “Quanto vuoi per stare assieme un paio d’ore?” che sono giunti inaspettatamente alla donna.

La donna, per mettere fine a quel calvario, decise di denunciare il fatto alla polizia postale dove scoprì l’amara verità:

L’artefice di tutto era stato il suo spasimante della chat, incensurto, di Milano, 47 anni.

L’uomo è finito sotto processo, e il 3 ottobre scorso è stato condannato in appello a due mesi di reclusione per il reato di sostituzione di persona.

Ti potrebbe interessare anche—>>>Coppia: 10 notizie curiose sugli incontri on line