Home Attualità

Beppe Marotta, giallo Juventus: “Perché Andrea Agnelli l’ha cacciato”

CONDIVIDI
(Photo credit should read VALERY HACHE/AFP/Getty Images)

Sabato sera, dopo la vittoria contro il Napoli, Beppe Marotta ha annunciato di lasciare la Juventus dopo anni di successi.

Il motivo ancora non è chiaro. Pare che sia “personale” dietro la cacciata di Beppe Marotta dalla squadra bianconera.Questa tesi è sostenuta dall’ editorialista principe del Quotidiano nazionale nonché storica penna del giornalismo sportivo italiano, Italo Cucci, uno che di acqua ne ha vista passare sotto i ponti. Al presidente bianconero Andrea Agnelli non sarebbe andato giù quello che “già qualcuno vociferava” a proposito del dirigente dei 7 scudetti: “La nascita di un nuovo Boniperti“, “ombra eccessivamente minacciosa, intollerabile” per il figlio di Umberto. “Vedrete – scrive sibillino Cucci su QN – ce nei giorni che verranno Marotta continuerà a ricevere attenzioni piemontesi, a partire da certe accuse che gli toccano perché è finito nella salsa calabrese dei biglietti per la ‘Ndrangheta. Siluro Report, si dice. Il primo”.

Le parole di Allegri sull’Addio di Marotta

epa04786805 Juventus’ head coach Massimiliano Allegri watches the UEFA Champions League final between Juventus FC and FC Barcelona at the Olympic stadium in Berlin, Germany, 06 June 2015. EPA/FEDERICO GAMBARINI

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus è intervenuto in conferenza stampa, prima del match vinto poi contro lo Young Boys. Tanti i temi a partire dall’addio di Marotta, dal ruolo di ad bianconero. “Dispiace, è ancora fresca. Quando si rompe un rapporto umano e professionale è normale ci sia grande dispiacere”.