Home Gossip

Matteo Renzi, L’intervista: “Quando ho pianto per mia moglie Agnese”

CONDIVIDI

matteo renziMatteo Renzi, ospite di Maurizio Costanzo nella nuova puntata de L’intervista, si racconta rivelando di aver pianto per la moglie Agnese.

Matteo Renzi è il protagonista della nuova puntata de L’intervista di Maurizio Costanzo, in onda giovedì 4 ottobre, in seconda serata su canale 5. L’ex Presidente del Consiglio si racconta a 360 gradi concentrandosi non solo sulla politica e sul rapporto con Di Maio e Salvini, ma soprattutto sulla moglie Agnese e sui suoi figli.

Matteo Renzi: le lacrime per la moglie Agnese e il rapporto con i figli

matteo renzi
Foto Instagram

Matteo Renzi e la moglie Agnese Landini, insegnante di liceo, sono sposati dal 1999. La coppia ha tre figli: Francesco, Emanuele ed Ester. Molto innamorati e uniti, Renzi e la sua dolce metà formano una coppia molto solida. Nell’intervista concessa a Maurizio Costanzo, l’ex Premier, pur non ammettendolo apertamente, ha anche fatto intendere di aver pianto in passato per la moglie. “Diciamo che lei sa quando ho pianto…mettiamola così…” – ha dichiarato Renzi che ha poi svelato di essere stato colpito subito da Agnese anche se “ci siamo fidanzati dopo un po’“.

Innamorato di Agnese e dei suoi tre figli di cui è tanto orgoglioso, Renzi dice: “I miei figli sono persone straordinarie, Francesco ed Emanuele seguono meno la politica, a 17 e 15 anni sono più “normali”… Ester a 12 anni, invece, se le fai una battuta sulla politica è in grado di risponderti quindi quando hanno provato a fare ad Ester una battuta sulla politica hanno avuto il ritorno con gli interessi”.

Matteo Renzi e il tradimento

renzi

Tra gli argomenti toccati con Maurizio Costanzo, c’è anche il tradimento. “Chi ti ha tradito Matteo?”, chiede Costanzo. Renzi risponde così: “Sai chi è che mi tradisce? […] sai chi è che mi colpisce? quelli che Andreotti chiamava i malati da sindrome del beneficiato rancoroso… son quelli che hanno avuto tutto, gente che ha avuto ruoli di responsabilità che non avrebbe mai potuto immaginare di avere… che fino a che sei potente sono in prima fila a dirti “ma come sei bravo, ma come sei intelligente ma come sei bello”…[…] questi fino a che sei potente ti lusingano, ti coccolano, ti accudiscono poi perdi il potere e iniziano a dire “certo io avrei fatto in un altro modo”… e mi verrebbe da dire e perché non l’hai detto quando c’eri?”.

Infine, non manca un commento su Di Maio e Salvini: “Salvini dice sono pronto a un confronto pubblico peccato però che quando l’ho chiesto non l’ha fatto sia che lui che Di Maio…Di Maio fu imbarazzante…”, conclude l’ex Premier.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI